07 set 2020
Giurisprudenza

Atto pubblico: la definizione nel Codice Civile

Il concetto di atto pubblico nel Codice Civile e la sua accezione nel Codice Penale. 

Cos’è l’atto pubblico





L’atto pubblico, chiamato anche atto autentico o scrittura pubblica, è un documento con determinate caratteristiche giuridiche, che costituisce prova legale: il suo valore probatorio può essere contestato attraverso un procedimento giurisdizionale che prende il nome di querela di falso





Nella maggior parte degli ordinamenti giuridici civil law, si tratta di un atto che avviene alla presenza di un notaio oppure di un funzionario pubblico: qualsiasi atto giuridico privato può avvenire sotto forma di atto pubblico notarile e, per alcuni atti, si tratta dell’unico modo per dimostrare la validità stessa dell’atto o della prova legale. 





Negli ordinamenti di common law, invece, non esistendo la figura del notaio, l’atto pubblico può riguardare unicamente gli atti giuridici per mezzo dei quali gli uffici pubblici esercitano le loro funzioni. 







Il contenuto





Un atto pubblico potrà contenere:









In via eccezionale, oltre al notaio e al pubblico ufficiale, un atto pubblico può avvenire alla presenza di una delle seguenti figure:









atto pubblico




Definizione nel Codice Civile





Nell’articolo 2699 c.c., l’atto pubblico viene definito come “il documento redatto, con le richieste formalità, da un notaio o da altro pubblico ufficiale autorizzato ad attribuirgli pubblica fede nel luogo dove l’atto è formato“.





Il termine pubblico ufficiale viene utilizzato per indicare il soggetto che esercita una funzione legislativa, amministrativa o giudiziaria con o senza rapporto di impiego con lo Stato o altro ente pubblico.





Il notaio, invece, è il soggetto al quale è affidato ex lege il potere di documentazione pubblica: l’atto pubblico deve essere redatto dal notaio territorialmente competente, altrimenti non avrà validità. 





Il valore probatorio





Ai sensi dell’articolo 2700 c.c., l’atto pubblico ha efficacia di prova legale fino a querela di falso, della provenienza del documento dal pubblico ufficiale che lo ha formato, nonché delle dichiarazioni delle parti e degli altri fatti che il pubblico ufficiale attesta avvenuti in sua presenza o da lui compiuti“.





L’efficacia comprende:









Gli elementi appena elencati costituiscono l’estrinseco del documento; l’efficacia legale non copre, invece, ciò che rappresenta l’intrinseco del documento, ovvero:









L’atto pubblico nel diritto penale





Dal punto di vista della norma penale, fanno parte del concetto di atto pubblico:









atto pubblico




I requisiti 





Essendo un documento che rientra nella categoria delle prove documentali, l’atto pubblico deve possedere alcuni requisiti specifici, quali il fatto di essere redatto da un notaio o da un pubblico ufficiale e quello di rispettare le “richieste formalità”, come si legge nell’articolo 2699 c.c.





Nello specifico, le caratteristiche che non possono mancare in un atto pubblico sono:





  1. la sua pubblica fede;
  2. il suo valore probatorio fino a querela di falso. 




Oltre all’ipotesi di falso in atto pubblico o di falsa dichiarazione, altri scenari che prevedono la nullità dell’atto sono rappresentati:









In assenza di sottoscrizione, l’atto pubblico perde valore legale, ma può essere considerato una scrittura privata, dietro al consenso delle parti. 





Atto pubblico e scrittura privata





Un atto pubblico può essere convertito in scrittura privata in base a quanto stabilito dall’articolo 2701 del Codice Civile, ovvero quando:









L’atto pubblico così convertito assume l’efficacia probatoria riconosciuta alla scrittura privata, che è minore rispetto alla prova legale riconosciuta all’atto pubblico. 





Atto pubblico – Domande frequenti





Chi può fare un atto pubblico?

L’atto pubblico può essere redatto non solo dal notaio, ma anche da un pubblico ufficiale.

Cosa si intende per atto pubblico?

La definizione di atto pubblico è contenuta nell’articolo 2699 del Codice Civile: clicca qui per leggerla.

Come si propone la querela di falso?

La querela di falso, per mezzo della quale ci si può opporre a un atto pubblico, può esere proposta tramite un atto di citazione.