05 ott 2021
Bonus e Agevolazioni statali

Aumenti luce e gas 2021: cosa cambia dal 1° ottobre

A partire dal 1° ottobre 2021 le bollette di luce e gas saranno caratterizzate da una serie di aumenti. Tra le risorse messe a disposizione del Governo, rientrano i bonus sociali luce e gas: ecco come funzionano e a chi spettano.

Il mese di ottobre si apre con una serie di rincari che colpiranno in modo diretto le bollette di luce e gas

Nonostante il decreto introdotto dal Governo per sostenere le famiglie che si trovano in condizioni di maggiore disagio economico, con il quale sono stati stanziati 3 miliardi di euro, gli aumenti luce e gas saranno comunque previsti sulle prossime fatture, a partire da ottobre 2021

Vediamo di seguito a quanto corrisponderanno gli aumenti in arrivo e quali sono le soluzioni alle quali ricorrere per abbattere i costi


I dati sui rincari luce e gas di ottobre 2021


Sulla base di quanto diffuso da ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, sono state confermate le maggiorazioni sia sulla bolletta della luce sia su quella del gas previste dal mese di ottobre 2021. 

In particolare, è stato previsto:


Come affrontare i rincari: cos’è il bonus elettrico


Tra le possibilità messe a disposizione per le famiglie meno abbienti per riuscire ad abbattere i costi delle bollette di luce e gas, rientra il cosiddetto bonus elettrico. In cosa consiste?

Si tratta di un bonus sociale che viene erogato sotto forma di sconto diretto in bolletta e che è stato:


Viene concesso in due casi specifici ovvero:

  1. in presenza di una condizione di disagio economico;
  2. in presenza di una condizione di disagio fisico, ovvero quella in cui si ha una grave malattia che costringa all’utilizzo di apparecchiature mediche alimentate con l’energia elettrica per sopravvivere. 

Quali sono le condizioni di disagio economico


Il bonus elettrico per disagio economico spetta nei casi in cui si rientri in una delle seguenti 3 condizioni:

  1. non sia abbia un ISEE superiore agli 8.265 euro;
  2. sia abbia una famiglia numerosa, con almeno 4 figli, avente un ISEE inferiore ai 20.000 euro;
  3. si sia beneficiari del reddito di cittadinanza o della pensione di cittadinanza

Il bonus elettrico per disagio economico sarà erogato in modo automatico a coloro i quali rientrino nei requisiti appena elencati, quindi non sarà necessario presentare alcuna domanda per ottenerlo. 

A quanto ammonta il bonus elettrico


Il bonus elettrico per disagio economico corrisponde:


Il bonus per disagio fisico viene calcolato, invece, in modo differente, in base ai parametri indicati nella tabella che segue. 

Anno 2021Fascia minimaFascia mediaFascia massima
extra consumo rispetto a utente tipo (2700/kWh/anno)fino a 600 kWh/annotra 600 e 1200 kWh/annooltre 1200 kWh/anno
fino a 3 kW189 euro311 euro449 euro
oltre 3 kW (da 4,5 kW in su)442 euro559 euro676 euro

Come si richiede il bonus elettrico per disagio fisico


A  differenza del bonus elettrico per disagio economico, quello previsto nel caso di disagio fisico dovrà essere richiesto

Nello specifico, si dovrà essere in possesso:


Si dovrà inoltre fornire il codice POD e la potenza impegnata o disponibile della propria fornitura.

Bonus gas: a quanto ammonta


Oltre al bonus sociale sulla componente luce, è previsto anche un bonus gas: quest’ultimo viene erogato a famiglie e singoli rientranti negli stessi requisiti previsti dal bonus elettrico per disagio economico. 

Per quanto riguarda gli importi che si potranno ricevere, sono stati riassunti nella tabella che segue.

Ammontare della compensazione per i clienti domestici (€/anno per punto di riconsegna)2021: importi per zona climatica
Famiglie fino a 4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura30 euro (A /B) 30 euro (C) 30 euro (D) 30 euro (E) 30 euro (F)
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento67 euro (A /B) 83 euro (C) 109 euro (D) 136 euro (E) 170 euro (F)
Famiglie oltre a 4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura30 euro (A /B) 30 euro (C) 30 euro (D) 30 euro (E) 30 euro (F)
Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento93 euro (A /B) 121 euro (C) 157 euro (D) 192 euro (E) 245 euro (F)

Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!