14 feb 2021
Consulenza

Bonus cargo bike

In cosa consiste il bonus cargo bike, una delle misure della legge di Bilancio 2021, e chi potrà farne richiesta.



Come funziona il bonus cargo bike


Il termine cargo bike si riferisce a una tipologia di bicicletta che permette di trasportare non solo oggetti, ma anche animali domestici di piccola taglia e bambini: nella pratica, è dotata di un cesto o di un cassone

Per il bonus cargo bike previsto per il 2021 è stato istituito un fondo da 2 milioni di euro (in un primo momento, ne erano stati ipotizzati 5), che potrà essere utilizzato anche per l’acquisto di una cargo bike a pedalata assistita

La misura si rivolge alle piccole imprese e alle microimprese con un’attività commerciale – che si occupino di trasporto merci – le quali potranno utilizzare il bonus come credito d’imposta fino al 30% su un tetto massimo di 2.000 euro annui

bonus cargo bike

Il bonus è stato inserito nella legge di Bilancio 2021 grazie a un emendamento approvato in Commissione Bilancio, che è stato presentato dal deputato Paolo Ficara con le seguenti parole:

“Alle micro e piccole imprese che svolgono attività di trasporto merci in ambito urbano di ultimo miglio riconosciamo, infatti, un credito d’imposta fino a un massimo del 30% per l’acquisto di cargo bike e cargo bike a pedalata assistita fino a 2mila euro.

Una buona notizia che ci permette di rendere le nostre città più pulite e sostenibili e che, allo stesso tempo, consentirà di liberare i centri urbani dal traffico”.

Il bonus mobilità


Si tratta di un contributo – noto anche come bonus bici – con il quale sono stati previsti 500 euro per coprire il 60% della spesa sostenuta per l’acquisto di un mezzo di mobilità sostenibile. 

La misura è in vigore dal 3 novembre 2020: in considerazione del gran numero di richieste pervenute è stata aperta una nuova finestra temporale nel periodo compreso tra le ore 9:00 del 14 gennaio 2021 e la mezzanotte di lunedì 15 febbraio 2021

I cittadini che hanno effettuato un acquisto tra il 9 novembre e il 9 dicembre 2020 – si tratta di circa 119.000 persone – potranno presentare la richiesta di rimborso collegandosi al portale buonomobilita.it

La nuova finestra temporale si rivolge, dunque, a chi non ha potuto beneficiare in precedenza del bonus bici per il fatto che il fondo a disposizione – pari a un totale di 215 milioni di euro – è andato esaurito fin da subito

Cosa comprende il bonus mobilità


Il bonus mobilità viene chiamato da molti bonus bici, ma in realtà si tratta di una denominazione impropria nella misura in cui è valido non solo per le biciclette, ma anche per altri veicoli per la mobilità personale

Sono infatti inclusi anche:


Si possono acquistare anche mezzi usati, mentre il bonus non è valido per l’acquisto di accessori e pezzi di ricambio, quali caschi, catene, lucchetti, motori elettrici, ruote. Il bonus potrà essere applicato anche sugli acquisti effettuati online

bonus cargo bike

Come viene rimborsato l’importo speso


Il rimborso relativo ai mezzi che rientrano nel bonus mobilità sarà effettuato nei limiti delle risorse disponibili. Ci saranno due fasi:


Il bonus mobilità non può essere richiesto da tutti


Considerato anche il fatto che per il bonus bici non sono stati stanziati dei fondi esorbitanti, sono state fissate delle regole il relazione alla tipologia di contribuenti che potrà farne richiesta. 

In particolare, si tratta dei residenti:


I beneficiari dovranno essere maggiorenni e potranno beneficiare del bonus una sola volta.