16 feb 2021
Tasse e imposte

Bonus Irpef: come richiederlo

Come cambia il bonus IRPEF rispetto al bonus Renzi da 80 euro: quali sono i nuovi scaglioni di reddito individuati e come calcolare l'integrazione aggiuntiva del bonus 480 euro.




In cosa consiste il bonus IRPEF


Il bonus IRPEF è il sostituto del bonus Renzi da 80 euro: è stato introdotto dal D.L. 2020 del 5 febbraio 2020, n. 3 e ha un valore pari a 100 euro netti al mese

Il contributo non è valido per tutti: sarà pari a 100 euro per lavoratori dipendenti che abbiano un reddito non superiore ai 28.000 euro annui. Per quelli con reddito compreso tra i 28.000 e i 40.000 euro, invece, diminuirà al crescere del reddito.

Il precedente bonus da 80 euro, invece, era legato all’importo ricevuto dal lavoratore in busta paga e al periodo di lavoro reale. Fino al 30 giugno 2020 è stato assegnato ai lavoratori aventi un reddito inferiore ai 26.600 euro. 

bonus IRPEF

A chi spetta il bonus IRPEF da 100 euro


Come si evince dalle righe precedenti, il trattamento integrativo noto come bonus IRPEF è stato esteso a una platea di beneficiari più ampia rispetto a quella inclusa nel bonus Renzi. A conti fatti, si tratta di 4,3 milioni di persone. 

Rispetto al passato sono stati inclusi tra i beneficiari del contributo anche i lavoratori dipendenti e assimilati incapienti, che hanno un reddito inferiore agli 8.145 euro e che riceveranno un pagamento diretto da parte del proprio datore di lavoro. 

L’importo effettivo del bonus dipenderà dalla fascia di reddito di appartenenza, come riportato nella tabella che segue. 

Fascia di redditoImporto bonus IRPEF
Tra i 26.600 e i 28.000 eurobonus pari a 100 euro al mese
Tra i 28.000 e i 35.000bonus pari a 80 euro al mese
Tra i 35.000 e i 40.000bonus pari a una somma che parte da 80 euro euro e decresce all’aumentare del reddito fino ad arrivare a zero

Il reddito viene calcolato escludendo i redditi derivanti dall’abitazione principale e dalle relative pertinenze, mentre vengono considerati quelli relativi a eventuali immobili soggetti alla cedolare secca. 

Chi riceverà il bonus IRPEF


Il bonus IRPEF spetta ai lavoratori dipendenti e assimilati: il trattamento integrativo che si riceverà non concorre alla formazione del reddito. 

Rientrano tra i beneficiari anche:


bonus IRPEF

Il bonus IRPEF 480 euro


Il bonus IRPEF da 480 euro è stato previsto dalla nuova legge di Bilancio e si riceverà in busta paga a dicembre, come conguaglio. 

A questo proposito, è bene precisare che i lavoratori con reddito inferiore ai 28.000 euro riceveranno un bonus fiscale automatico pari a 1.200 euro. 

I lavoratori il cui reddito è compreso tra i 28.000 e i 35.000 euro invece:


Chi ha invece un reddito compreso tra i 35.000 e i 40.000 euro riceverà un bonus che si potrà calcolare con la seguente formula: 480 x (40.000 – reddito lordo annuo) / 5.000.

Bonus IRPEF – Domande frequenti


Quando non spetta il bonus Irpef?

Il bonus IRPEF non spetta ai soggetti che hanno un reddito superiore a una determinata soglia: clicca per scoprire qual è

Come viene calcolato il bonus Irpef?

L’ammontare del bonus IRPEF dipende dal reddito del lavoratore dipendente che lo riceve: ecco quali sono le fasce dei beneficiari che ne hanno diritto

Chi prende i 100 euro in busta paga?

I 100 euro in busta paga, che corrispondono al bonus IRPEF, sono erogati soltanto a determinate categorie di lavoratori: scopri quali sono


Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!