02 apr 2021
Consulenza

Decreto 31 marzo 2021: le novità

Il decreto approvato dal Consiglio dei Ministri il 31 marzo 2021, che sarà in vigore dal 7 al 30 aprile, ha introdotto alcune importanti novità, in particolare su scuola e vaccini: vediamo di seguito di cosa si tratta.

Il 31 marzo 2021 è stato approvato dal Consiglio dei Ministri un nuovo decreto, che sarà in vigore tra il 7 e il 30 aprile 2021

L’Italia sarà divisa in due sole zone, ovvero arancione e rossa, con l’eventuale eccezione rappresentata dall’approvazione uno specifico Dpcm che possa permettere di allentare le restrizioni e di entrare in zona gialla

Vediamo dunque quali sono le nuove misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, che hanno portato alcune importanti novità sul tema delle vaccinazioni


Le zone


Dal 7 al 30 aprile 2021, l’Italia sarà divisa in zona arancione e rossa, con il mantenimento delle regole previste nel decreto del 2 marzo 2021, ovvero:


Il testo del decreto potrà eventualmente subire delle modifiche per mezzo di deliberazioni introdotte dal Consiglio dei Ministri. 

decreto 31 marzo

Cosa cambia per la scuola


Sul fronte scuola, il decreto del 31 marzo 2021 prevede che:


Gli alunni con disabilità o bisogni educativi speciali potranno continuare a svolgere le attività didattiche in presenza.

Le novità sui vaccini


I vaccini sono uno degli argomenti più importanti del nuovo decreto: per la prima volta è stato infatti inserito l’obbligo di vaccinazione da parte del personale medico e sanitario, con una procedura ben precisa da seguire. 

Nell’ipotesi in cui ci si dovesse opporre alla vaccinazione obbligatoria, ci saranno delle conseguenze quali:


In aggiunta, è stata esclusa la responsabilità penale del personale medico e sanitario che si occupa della somministrazione dei vaccini anti SARS-CoV-2, per i delitti di omicidio colposo e di lesioni personali colpose, a patto che le vaccinazioni siano avvenute nel rispetto dei provvedimenti in materia. 

decreto 31 marzo

Le proroghe


Il nuovo decreto ha introdotto anche alcune proroghe, che riguarderanno:


La scadenza entro la quale il Presidente del Consiglio dei Ministri deve assegnare alle Regioni interessate il termine per adottare i provvedimenti per il riequilibrio finanziario è stata spostata dal 30 aprile al 15 giugno 2021

Norme e deroghe


Per quanto riguarda l’ambito giuridico:

  1. sono state previste delle norme per lo svolgimento dell’attività giudiziaria durante il periodo di emergenza;
  2. sono state apportate delle modifiche al codice della giustizia contabile. 

Sono state inserite delle deroghe per lo svolgimento dei concorsi pubblici, che si baseranno su una sola prova scritta e una orale. In alcuni casi la prova orale potrebbe essere facoltativa e le commissioni potranno dividersi in sottocommissioni. 

A partire dal 3 maggio 2021, i concorsi torneranno in presenza, nel rispetto delle linee guida del Comitato tecnico-scientifico. 

Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!