12 apr 2021
Separazione e Divorzi

Divorzio breve: cosa prevede la nuova legge

Lo scioglimento degli effetti civili del matrimonio è stato oggetto di una riforma nel 2015: ecco come funziona la nuova legge sul divorzio breve e quali sono i tempi per divorziare a seconda di separazione consensuale o giudiziale.

Il divorzio breve è stato introdotto in Italia con la legge n. 55 del 6 maggio 2015, completando così il quadro delle misure già presenti nella legge n.162 del 2014. 

Come funziona nella pratica? Ci si può recare in Comune senza il supporto di un avvocato? Quali sono i documenti necessari e cosa succede in presenza di figli? Ecco tutto quello che c’è da sapere su termini e tempi della procedura


Procedura


Il divorzio breve permette, una volta trascorso il periodo della separazione, che potrà essere pari a 6 o a 12 mesi a seconda della modalità scelta. Si tratta di una grandissima rivoluzione che ha permesso di velocizzare le pratiche del divorzio

La nuova legge ha modificato le disposizioni contenute nella legge n. 898 del 1970, ovvero la legge sul divorzio, accorciando i tempi della separazione, che potrà essere di tipo giudiziale o consensuale. Ricordiamo che, nel nostro Paese, lo scioglimento del matrimonio tramite divorzio è sempre preceduto da un periodo di separazione. 

Divorzio breve dopo separazione giudiziale


Prima della nuova legge sul divorzio breve, la separazione giudiziale che precede il divorzio aveva una durata di 3 anni, i quali attualmente sono stati ridotti a uno soltanto. L’anno in questione si comincia a contare dal momento in cui i due coniugi si presentano in tribunale. 

Divorzio breve dopo separazione consensuale


La nuova legge riduce, invece, da 1 anno a 6 mesi il tempo che intercorre tra la separazione consensuale e il divorzio, a prescindere dal fatto che possano esserci o meno dei figli. 

divorzio breve

Scioglimento della comunione dei beni in anticipo


La legge sul divorzio breve ha aggiunto, con il suo articolo 2, un comma all’articolo 191 del Codice civile, il quale disciplina lo scioglimento della comunione dei beni tra coniugi.

Tale scioglimento viene anticipato:


Documenti necessari


I documenti da allegare al ricorso per lo scioglimento del matrimonio o a quello per la cessazione degli effetti civili del matrimonio sono:


divorzio breve

Divorzio breve in Comune


Il divorzio breve potrà avvenire anche in Comune e potrà essere sancito dal Sindaco del Comune in cui risiede uno dei due coniugi, oppure di quello in cui è stato celebrato il matrimonio. 

In questo caso:


Divorzio breve con figli minorenni


In aggiunta, il divorzio in Comune non è possibile nel caso in cui siano presenti figli minori, maggiorenni incapaci o portatori di handicap, oppure non economicamente autosufficienti.

In tale evenienza sarà necessario procedere con il ricorso al tribunale, oppure con un accordo di negoziazione assistita

Il divorzio breve con figli avrà, dunque, dei costi maggiori da sostenere, in quanto sarà necessario l’intervento di un legale. Nel caso, invece, del divorzio in Comune i costi sono di circa 16 euro

Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!