09 ott 2021
Consulenza

Esame avvocato: come cambia nel 2022

Le novità introdotte nel 2021, che hanno portato alla sospensione delle prove scritte dell’esame avvocato, sono state confermate anche per il 2022: ecco in cosa consisteranno le due prove orali previste, quanto dureranno e come funzioneranno i punteggi.


Si estendono al 2022 per l’esame di Stato di avvocato le stesse regole in vigore per il 2021 e si prevede che l’accesso ai locali sia consentito solo ai soggetti muniti di Green Pass.



Esame avvocato 2022: ultime notizie


Come previsto dal decreto del 13 marzo 2021, che ha portato a una modifica molto importante sull’esame di Stato per gli aspiranti avvocati, la prova consisterà in un doppio orale.

La regola straordinaria introdotta lo scorso anno per limitare il rischio di contagi, è stata riproposta anche per la sessione di esami del 2022.

La novità più significativa riguarda, invece, l’obbligo di certificazione verde (quindi di green pass) per poter accedere ai luoghi in cui si svolgeranno le prove, quindi:


Leggi anche: “Green Pass per avvocati: è obbligatorio?

esame avvocato 2022

Esame avvocato 2022: modalità di svolgimento


L’esame orale sarà, dunque, composto da due prove. La prima si svolgerà da remoto con una commissione differente rispetto a quella insediata nella corte di appello assegnata, la quale sarà estratta.

Il candidato non svolgerà l’esame da casa, ma dovrà recarsi presso gli uffici giudiziari del distretto della Corte di appello di riferimento, oppure presso i locali dei consigli dell’Ordine degli avvocati

La seconda prova orale avverrà in presenza, ovvero davanti alla sottocommissione e si svolgerà ad almeno 30 giorni di distanza rispetto alla prima prova.

La sede della seconda prova sarà scelta dalla commissione sulla base dell’indirizzo di residenza del candidato e comunicata almeno 20 giorni prima

Nel caso in cui il candidato fosse in quarantena causa covid, avrà la possibilità di richiedere una nuova data

Prima prova


La prima prova orale dell’esame avvocato 2022 consisterà nella discussione di una questione pratico-applicativa, nella forma della soluzione di un caso che postuli conoscenze di diritto sostanziale e di diritto processuale, in una materia scelta preventivamente dal candidato tra le seguenti: 


La prova durerà un’ora e sarà superata con un punteggio minimo di 18 punti:


esame avvocato 2022

Seconda prova


Per quanto riguarda, invece, la seconda prova dell’esame avvocato 2021, avrà:


La discussione verterà sull’ordinamento forense, i diritti e doveri degli avvocati e su argomenti riguardanti 5 materie a scelta tra:


La materie scelte dovranno differire da quelle affrontate durante la prima prova: si dovrà ottenere un punteggio non inferiore a 18 in almeno 5 materie. 

Esame avvocato 2022: novità rispetto al vecchio esame


L’introduzione di nuove regole per l’esame avvocato 2021, riconfermata nel 2022, non è stata accolta granché bene dagli aspiranti avvocati, i quali in precedenza avevano ben 7 ore di tempo (a prova) per completare le prove scritte. 

Considerato che le materie della prima e della seconda prova dovranno essere diverse, nella pratica tutti i candidati saranno esaminati sia sul diritto civile, sia su quello penale, ma non tutti hanno questo genere di preparazione in quanto (di solito) ci si specializza in un determinato ramo del diritto. Per esempio, ci sono anche persone che nel corso del praticantato si sono specializzati unicamente in diritto amministrativo. 

In aggiunta, la distanza che intercorre tra la prima e la seconda prova è effettivamente poca. Nonostante ciò, l’emergenza coronavirus e la necessità di tutelare i candidati nello svolgimento delle prove, ha portato alla riconferma totale delle modalità di svolgimento dell’esame avvocato 2021 anche per il 2022.

Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!