30 dic 2021
Decreti Legge e DPCM

Nuovo decreto covid 30 dicembre 2021: scarica il pdf

Quali sono le nuove misure introdotte dal decreto legge 229 del 30 dicembre 2021, approvato dal Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della salute Roberto Speranza

L’aggravarsi dell’emergenza sanitaria ha reso necessario un nuovo intervento da parte del Governo che, in seguito dal Consiglio dei Ministri del 29 dicembre 2021, ha introdotto il decreto-legge titolato Misure urgenti per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e disposizioni in materia di sorveglianza sanitaria.

Le principali novità introdotte sono relative:


Vediamo di seguito quali sono le nuove misure stabilite e da quando entreranno in vigore

Scarica il testo del decreto:



Super Green Pass: quando è obbligatorio


A partire dal 10 gennaio 2022, il green pass rafforzato, ovvero quello che si ottiene in seguito alla vaccinazione completa, dovrà essere posseduto ed esibito per lo svolgimento delle seguenti attività:


Si dovrà, inoltre, avere il Super Green Pass per utilizzare qualsiasi mezzo di trasporto, compresi quelli locali e regionali. 

decreto legge 30 dicembre

Nuove regole sulla quarantena


Il nuovo decreto prevede che la quarantena precauzionale nel caso di contatto stretto con un soggetto positivo al covid non si applica nel caso dei vaccinati:


Fino al decimo giorno successivo all’ultimo contatto con il soggetto positivo, si avrà l’obbligo di indossare la mascherina di tipo FFP2 quando si esce. Le nuove regole dovranno essere applicate a prescindere dalla fascia di età. 

È previsto un periodo di auto-sorveglianza di 5 giorni: al quinto giorno si dovrà effettuare, solo nel caso in cui si fosse sintomatici, un test antigienico rapido o uno molecolare, anche presso i centri privati abilitati. 

Novità sulle capienze


Una modifica importante arriva anche per le capienze, le cui percentuali sono state ridotte:


Le misure previste dal nuovo decreto entreranno in vigore dal 31 dicembre 2021

Circolare Ministero della Salute


Il nuovo decreto è stato accompagnato da una circolare del Ministero della Salute, la quale prevede un Aggiornamento sulle misure di quarantena e isolamento in seguito alla diffusione a livello globale della nuova variante VOC SARS-CoV-2 Omicron. 

Il documento redatto annovera l’importanza di “promuovere la somministrazione della terza dose di richiamo (“booster”) e differenziare le misure previste per la durata ed il termine della quarantena sia in base al tempo trascorso dal completamento del ciclo vaccinale primario che alla somministrazione della dose booster“. 

Nello specifico, prevede che la quarantena dovrà essere applicata ai contatti stretti ad alto rischio, ovvero:


decreto legge 30 dicembre

Soggetti asintomatici


Non è invece prevista per i soggetti asintomatici che:

  1. abbiano ricevuto la dose booster;
  2. oppure abbiano completato il ciclo vaccinale primario nei 120 giorni precedenti;
  3. oppure siano guariti da infezione da SARS-CoV-2 nei 120 giorni precedenti.

Gli operatori sanitari, invece, dovranno eseguire tamponi su base giornaliera fino al quinto giorno dall’ultimo contatto con un soggetto contagiato. 

Nel caso di contatti a basso rischio, che abbiano sempre indossato le mascherine chirurgiche o FFP2, la quarantena non è obbligatoria

Chi sono i contatti a basso rischio? 


I contatti a basso rischio sono quelle persone che:


Regole quarantena in sintesi


Nella tabella che segue sono state raccolte le regole in vigore sulla quarantena sulla base di quanto stabilito dal decreto-legge in vigore dal 31 dicembre 2021

Tipologia soggetto Durata e regole quarantena
Soggetto positivo sintomatico10 giorni di isolamento dalla comparsa dei sintomi, con tampone finale negativo, dopo 3 giorni senza sintomi
Soggetto positivo asintomatico10 giorni di isolamento con tampone finale negativo
Contatto stretto con un positivo da parte di un vaccinato con 2 dosi da più di 4 mesi 5 giorni di quarantena con tampone finale negativo
Contatto stretto con un positivo da parte di un vaccinato con booster o doppia dose da meno di 4 mesiNiente quarantena, ma 5 giorni di autosorveglianza con tampone finale negativo, qualora si fosse sintomatici
Contatto stretto con un positivo da parte di un non vaccinato10 giorni di quarantena con tampone finale negativo

Qualora un soggetto positivo fosse ancora positivo dopo 10 giorni di isolamento, dovrà fare un altro test dopo altri 7 giorni e potrà uscire dall’isolamento dopo 21 giorni totali, nel caso in cui non avesse più sintomi da 7 giorni. 

Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!