21 set 2022
Diritto del Lavoro

Riforma pensioni: cosa dicono i partiti in vista delle elezioni

Quali sono le proposte dei vari partiti politici sulla riforma delle pensioni 2023 in vista del voto del 25 settembre 2022.

Le elezioni politiche del 25 settembre 2022 sono alle porte e i vari partiti si stanno esponendo sui principali temi economici e sociali: dalle legge sull’aborto al reddito di cittadinanza, dal nucleare al proseguimento della Guerra in Ucraina. 

Nelle prossime righe presenteremo un argomento che sta particolarmente a cuore agli italiani che, prima o poi, si ritroveranno a esserne sempre più interessati: quello della riforma delle pensioni. 

Ecco quali sono le proposte messe in campo, tra novità, evoluzione di norme già in vigore e bisogno di mettere in piedi misure che riescano a superare le rigide regole della legge Fornero, all’insegna di una sola parola: flessibilità. 


Riforma pensioni 2022: ultime notizie


La parola flessibilità è il comune denominatore tra le proposte dei vari partiti riguardanti la pensione. In particolare, si vorrebbe garantire un accesso agevolato alla pensione che favorisca il ricambio generazionale

Tra le opzioni più gettonate, ci sono:


Sostanzialmente, nonostante le differenze tra i partiti, un elemento li accomuna tutti: evitare di andare in pensione a 67 anni e con le norme attualmente in vigore, che sono spesso penalizzanti.

riforma pensioni ultima ora

Riforma pensioni ultima ora: le proposte del PD


Il Partito Democratico, guidato da Enrico Letta, propone l’uscita anticipata dal mondo del lavoro, garanzie per i giovani che hanno carriere discontinue, part time retribuito dai 66 anni e revisioni dei contributi da lavoro domestico. 

In particolare, l’idea sarebbe quella di introdurre dei meccanismi flessibili per andare in pensione a partire da 63 anni e l’accesso agevolato per i lavori gravosi e usuranti, e per quelli di cura familiare. Fortemente voluto il rinnovo di Opzione donna e APE Sociale. 

Riforma pensioni 2023: cosa vuole il Movimento 5 Stelle


Il Movimento 5 Stelle ambisce a:


Riforma pensioni per Azioni-Italia Viva


Azione-Italia Viva propone la revisione della soglia dei 5.000 euro sopra i quali le associazioni sportive devono pagare i contributi pensionistici, oltre che:


Leggi anche Pensione anticipata 2022: come funziona

Riforma pensioni: Italexit, Verdi e Più Europa


ItalexitVerdiPiù Europa
anticipazioni per i docenti e il personale Ata nelle scuole
  • pensioni minime a 1.000 euro
  • pensioni a 62 anni per tutti con 41 anni di contributi
  • adeguamento semestrale salari
  • valorizzazione disoccupazione involontaria, lavoro di cura non retribuito e maternità
maggiore flessibilità in uscita prima dei 67 anni

Nuova riforma pensioni 2022: le proposte di Giorgia Meloni


Giorgia Meloni mira a raggiungere 3 obiettivi ambiziosi:


Sono state anche avanzate ipotetiche agevolazioni fiscali per i pensionati over 65 che pagano oneri diretti e indiretti nei confronti di parenti under 36. 

Leggi anche Posso andare in pensione con 10 anni di contributi?

news riforma pensioni

Pensioni news: le proposte di Forza Italia e Lega


Forza Italia propone aumenti delle pensioni a 1.000 euro, per 13 mensilità, previsto su:


Leggi anche Cos’è la pensione per le casalinghe

La Lega spinge verso una riforma più ampia, che mira al riconoscimento di un anno di contribuzione figurativa, all’anticipo del trattamento pensionistico per ogni figlio, oltre che alla pensione di vecchiaia per le donne con 63 anni e 20 anni di contributi.

Il partito si mostra anche a favore:

  1. della proroga di APE sociale;
  2. della rivalutazione annuale degli importi;
  3. la pensione di garanzia a 1.000 euro per giovani con carriere discontinue.

La proposta maggiormente discussa in TV è però Quota 41. Clicca sul link di seguito per saperne di più: Riforma pensioni quota 41

Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!