utente 4283
11 nov 2020
altro

Affitti arretrati: può farlo?

Salve, il mio problema si basa su somme arretrate richieste solo verbalmente, fino ad ora, dal locatore di un appartamento. L'affitto da contratto che scade nel 2023, è di € 880 mensili. Da quattro anni io pago però €700 come da accordi verbali con il locatore al quale avevo richiesto una riduzione di affitto. Ora dice che sono debitore dei €180 moltiplicati per ogni mese e ogni anno non pagati. E' lecito da parte del locatore richiedere tale somma dopo aver accettato continuativamente l'affitto ridotto. E' da ritenersi il suo un 'comportamento concludente'?
Risposte degli avvocati
11 nov 2020

Buonasera, l'accordo verbale vale quanto un accordo scritto anche se a sua tutela avrebbe dovuto registrare la riduzione del canone. Se ha prova dei pagamenti fatti può sicuramente contestare. Mi contatti all'indirizzo alessimaria.77()gmail.com per eventuali chiarimenti e/o assistenza e per una prima consulenza gratuita. Cordialmente. Avv. Maria Alessi, con studio in Taurianova (RC) e Frascati (ROMA).


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
11 nov 2020

Buongiorno, premesso che nel caso di una riduzione del canone di locazione avrebbe dovuto provvedere, per una Sua maggiore tutela, a modificare il contratto per la parte economica, bisognerebbe sapere in che modo vengono pagati i canoni. Se i pagamenti avvengono tramite bonifici bancari, avrebbe delle prove in Suo favore. Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare senza impegno ai recapiti che trova sul mio profilo. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo