utente 2989
28 lug 2020
altro

ANIMALI

GENTILI SIGNORI, Una mia parente, morto il marito,essendo amante degli animali,dona a persone ,conosciute in chat, soldi ed altro, per aiutare animali in difficolta'! La cosa sembrava un diversivo, poichè essendo sola, cerca di avere contatti umani e aiuta gli animali ! Ma purtroppo, abita lontana da noi, la cosa sta diventando patogena, la figlia giustamente teme, che viste le sue difficoltà,ha circa 70 anni e la morte del marito, l,,ha resa più debole ed attaccabile ! Questi presunti benefattori di animali, stanno piano, piano erodendo il suo patrimonio ! Siccome la donazione è spontanea, ed è testa dura, come potrei aiutarla legalmente ? i carabinieri hanno detto di convincerla, ma i risultati, sono solo litigi! si può conoscere, senza ledere la privacy, il loro certificato penale,forse sarebbe il modo per svegliarla, davanti ai truffatori! aspetto un consiglio grazie sig.russo gcrus28@gmail.com
Risposte degli avvocati

Buongiorno, la richiesta di certificati penali può essere inoltrata solo personalmente dal richiedente presentando un valido documento di riconoscimento o da persona espressamente delegata dall'interessato. Non possono quindi essere richiesti certificati penali che riguardano altre persone. Purtroppo se la signora non è dichiarata interdetta o inabilitata o non si è provveduto alla nomina di un amministratore di sostegno che la aiuti nella amministrazione del patrimonio, può continuare a disporre dei suoi averi come meglio crede. Consiglio di rivolgersi ad un avvocato in modo da valutare se ci sono gli estremi per ricorrere alla nomina di un amministratore di sostegno. Avv. Chiara Labrozzi