utente 715
29 feb 2020
altro

Aumento canone affitto

Buongiorno, in caso di modifica del citofono condominiale (installazione del videocitofono) il proprietario di casa può chiedere un aumento del contratto di affitto all’inquilino? Grazie, cordiali saluti
Risposte degli avvocati
antonino ercolano
Avvocato civilista
Sant'Agnello
01 mar 2020

Salve, in linea generale durante la vigenza del contratto di locazione ad uso abitativo non è ammissibile l'aumento unilaterale del canone di locazione (quindi neanche per l'installazione del videocitofono). L'unico aumento che può essere richiesto è l'adeguamento ISTAT. L'aumento non può essere richiesto certamente alla prima scadenza. Alla seconda scadenza [dall'ottavo anno (presupponendo che sia un contratto 4+4), previo preavviso di almeno sei mesi da parte del locatore, il contratto può essere risolto e le parti possono stipulare un nuovo accordo prevedendo un canone più alto. Preciso che la riparazione del citofono è spesa ordinaria (quindi a carico del conduttore), la sostituzione e ammodernamento dell'impianto citofonico, come nel suo caso, è spesa straordinaria (quindi a carico del locatore/proprietario). Avv. Antonino Ercolano - antoninoercolano@hotmail.it