utente 4045
17 ott 2020
altro

Contatore acqua: come dividere le spese in parti eque?

Abito in una palazzina costruita nel 1973 circa, formata da due appartamenti, attualmente residente prima casa io e l'altro residenza prima casa mio fratello, con superficie interna identica ma uno (quello del fratello) ha terrazzo esterno con superficie pari all'appartamento. Nella palazzina ci sono anche altre attività commerciali di cui una mia e l'altra di una società della figlia del fratello. I due appartamenti e le due attività sono collegate TUTTE al medesimo contatore dell'acqua intestato a me. Dati i costi e le difficoltà tecniche, mio fratello si rifiuta di richiedere un contatore per la sua abitazione e non intende eseguire lavori per l'impianto. Stessa cosa per l'attività di sua figlia. La mia proposta di dividere le spese delle bollette NON in parti uguali, dato la superficie maggiore sua è sempre stata rigettata. Io gli proponevo il pagamento di due terzi lui ed un terzo io. Da tenere presente che le bollette sono piuttosto alte dato il fatto che il costo è a scaglioni di consumo perciò aumenta con l'aumentare del consumo. Cosa posso fare?
Risposte degli avvocati

far scrivere da un avvocato.altriemnti si stacca solo lei 3332592374


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
17 ott 2020

Buongiorno, provveda ad inviare, tramite un avvocato di Sua fiducia, una comunicazione formale a Suo fratello perché provveda ad installare un proprio contatore. Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare senza impegno. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
17 ott 2020

Gentile utente, occorre incaricare un avvocato perché approfondisca la vicenda ed eventualmente avii una trattativa con suo fratello. Se vuole, può contattarmi privatamente e le fornirò anche un preventivo per l'attività. Cordiali saluti.