Utente 1071

03 apr 2020
altro

Coronavirus: Multa per violazione delle misure restrittive

Buongiorno,
vi scrivo perché questa mattina mentre facevo jogging a meno di 200 metri da casa mia sono stata fermata dagli agenti della polizia ferroviaria che ni hanno fatto una contravvenzione per violazione de
l'art.1 lett a) DPCM del 8/03/2020; è stato accertato che lo spostamento è avvenuto all'interno del territorio del comune di Cassano d'Adda (MI) senza un comprovato motivo di lavoro, d salute e senza versare in una situazione di necessità. In quanto, nella circostanza, la stessa stava effettuando attività sportiva individuale (jogging), non rientrante tra le attività motorie individuali, ai sensi dell'art 1 comma 3 del D.C.P.M. del 09/03/2020.
Leggendo l suddetto DCPM vi è in realtà scritto che l'attività sportiva è consentita se possibile mantenere una distanza di 1m.
Vorrei sapere se effettivamente potevano contestarmi tale attività o se posso avvalermi di un ricorso e come dovrei comportarmi per fare tale ricorso.
Vi ringrazio per la disponibilità
Cordiali saluti
Michela B.

Risposte degli avvocati

antonio sirica
Avvocato civilista
03 apr 2020

Caro Utente, la multa è assolutamente ingiustificata e pertanto può essere presentato ricorso. Nel caso in cui volesse avvalersi della mia assistenza, mi contatti pure tramite piattaforma oppure tramite il mio sito web che trova cercando "sirica legal" su google. Avv. Antonio Sirica


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
03 apr 2020

Buon pomeriggio.
Dovrei visionare il verbale e poi farle alcune domande per valutare se sia possibile ricorrere o se effettivamente sia meglio pagare.
Prenoti una consulenza tramite il sito oppure mi scriva all'indirizzo avv.daronzoantonio() gmail.com