utente 1919
25 mag 2020
altro

Difetti nella ristrutturazione dell'appartamento

Ho acquistato un appartamento in un condominio integralmente ristrutturato. Lo abito da poco più di anno e nel frattempo sono emersi ed emergono difetti di vario titpo. L'impresa è intervenuta con grande dispendio da parte mia di tempo ed energie. Restano da sistemare ancora varie cose e non sono sicura cosa sia meglio: se insistere o cercare di monetizzare i difetti. Vorrei comunque effettuare una perizia per valutare i difetti e ricevere una valutazione da parte di un esperto. Ma non ho la più pallida idea di come muovermi. Grazie per la disponibilità.
Risposte degli avvocati
andrea zanardi
Avvocato civilista
Milano
25 mag 2020

Buonasera Signora, In primo luogo credo sia necessario comprendere L’ENTITA’ DEI VIZI E DIFETTI da lei lamentati, meglio se con l’aiuto di un tecnico specializzato in perizie su immobili. QUESTO PER LA RAGIONE CHE SEGUE: PRIMA DI INTRAPRENDERE QUALSIASI AZIONE E’ FONDAMENTALE CAPIRE L’AMMONTARE DEI DANNI. E’ chiaro che la strategia da seguire e’ diversa se i danni ammontano a poche migliaia di euro piuttosto che a decine di migliaia. Occorre poi capire se i danni sono attribuibili esclusivamente a chi ha effettuato i lavori di ristrutturazione o se vi sono della concause, da precedenti lavori mal fatti a difetti propri dell’ immobile. Fatto questo accertamento e ottenuta da un tecnico specializzato una perizia, mi muoverei come segue: 1. METTEREI IN MORA TRAMITE UN LEGALE L’IMPRESA RESPONSABILE descrivendo gli inadempimenti e CHIEDENDO IL RISARCIMENTO DI TUTTI I DANNI PATITI. Tutto ciò’ al fine di trovare un accordo con la controparte. 2. Se non si dovesse trovare un accordo, VALUTEREI IN ALTERNATIVA I SEGUENTI STRUMENTI, la presentazione di un RICORSO PER ACCERTAMENTO TECNICO PREVENTIVO, OPPURE IL DEPOSITO DI UN ATTO DI CITAZIONE SEMPRE PRESSO IL TRIBUNALE. Il primo strumento mira a richiedere un accertamento dei vizi e difetti da parte di un tecnico di fiducia del Tribunale, il secondo ad instaurare una vera e propria causa. La scelta in concreto dello strumento dipende da vari elementi, se l’obiettivo perseguito e’ legato al raggiungimento di un accordo o all’ottenimento di una Sentenza di condanna, l’entità del danno patito ecc.. IL NOSTRO STUDIO E’ SPECIALIZZATO IN QUESTA MATERIA, SI OCCUPA DI CONTENZIOSI IN MATERIA DI APPALTI, HA IN STAFF TUTTE LE FIGURE NECESSARIE PER PRESTARE LA MIGLIORE ASSISTENZA, ARCHITETTI SPECIALIZZATI IN STIME, INGEGNERI DEI MATERIALI. Le lascio il sito dello studio: WWW.ZANARDIGALIMBERTI.IT E IL MIO PORTATILE: 347.5343065 per qualsiasi necessità. Prestiamo da anni assistenza su TORINO. AVV. ANDREA ZANARDI


vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
25 mag 2020

Buonasera, si può incardinare un giudizio di accertamento tecnico preventivo avanti il tribunale competente per comprendere se e quali vizi ci siano e quale sia la causa. E' un giudizio assai snello, con una sola udienza e termina con la perizia del tribunale che vale prova piena ai fini di un'eventuale richiesta di risarcimento danni. Se interessata, mi contatti privatamente all'indirizzo email vianellolex()gmail.com, sarò lieta di fornirle un preventivo gratuito per l'azione. Cordiali saluti.


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
25 mag 2020

Buonasera, si potrebbe procedere richiedendo un accertamento tecnico preventivo, nel quale il tribunale nomina un perito al fine di valutare e quantificare i danni. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
25 mag 2020

Buonasera, se ha bisogno di assistenza, mi contatti pure. Email: avv.daronzoantonio()Gmail.com Cordialmente