Utente 3249

13 ago 2020
altro

Disputa tra eredi

Salve, il mio nome e' Francesco Giardulli, il motivo per cui mi sto' mettendo in contatto e' che mi trovo, insieme a mio fratello Luigi e mia sorella Mariarosaria, in una situaziuone difficile da risolvere.
Questo approccio iniziale con "deQuo" e' per capire come il servizio di consulenza online funziona, sicuramente avremo' bisagno di un'assiatenza piu' approfondita in futuro.
Vorrei fare un quadro approssimativo della situazione .
A Gennaio 2019 mi madre e deceduta, lasciando due proprieta a quattro figli, senza un testamento.
Le due case sono ubicate una a Napoli, l'altra a Nettuno ( Roma )
La successione e' stata fatta, ed adesso siamo comproprietari.
Il problema e' che uno degli eredi, Michele, si comporta in modo distruttivo ed irragionevole, impedendo qualsiasi di risoluzione, che non sia quello che lui vuole.
Michele, tra le altre cose, si e' rifiutato di contribuire verso le spese della pratica di successione, minaccia di non pagare le tasse che gli spettano etc..
Io e mia sorella, viviamo nel Regno Unito, Luigi vive nella casa di Napoli e Michele vive tra la Sicilia e Napoli.
Luigi non ha interesse nella casa di Nettuno, Michele non ha mai avuto nessun ineteresse nella stessa.
Io e mia sorella invece, non abbiamo interesse nella casa di Napoli.
La faccenda dovrebbe essere stata facile da risolvere, Il sottoscritto, Mariarosaria e Lugi, vorremmo fare uno scambio, ovvero cedere le corrispettive quote delle due case, cosi da essere , io e Mariarosaria comproprietari solo della casa di Nettuno, e Luigi e Michele di quella di Napoli. Spero di esserte stato chiaro e non aver fatto troppa confusione.
Michele pero' ha altre idee che agli altri, il sottoscritto in paricolare, non sono accettabili. Ci sono stati tantissimi episodi spiacevoli negli anni tra Michele, la famiglia ed il sottoscritto in paricolare. Per questi motivi la mia priorita assoluta e' di non avere nessun tipo di rapporto con Michele in futuro, particolarmente, rapporti economici come avere una casa in comproprieta.
Non mi voglio dilungare troppo, avremmo modo di approfondire quando cominceremo questa collaborazione o consulenza.
Sarei molto riconoscente se mi potreste spiegare come questo processo funziona? Per esempio, cosa e' una consulenza ? E una domanda?, una serie di domande sullo stesso argomento? etcc.. Potete voi fare da mediatori tra le parti? Per esempio inviare una lettera legale A mio fratello allo scopo di risolvere questa situazione?
Grazie.
La mia email address e' fgiardulli@gmail.com

Risposte degli avvocati

fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
13 ago 2020

Gentile Signore,
premesso che al padre ed alla madre succedono i figli in parti uguali, i coeredi possono sempre domandare la divisione dei beni ereditati tramite apposito ricorso in tribunale.
Se necessita di assistenza legale mi può contattare al 3280999150, sarò lieto di approfondire la questione.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
13 ago 2020

Se vuole, può richiedere una CONSULENZA DIRETTA cliccando sul mio profilo. Le fornirò assistenza e risponderò a tutte le domanda che vorrà su un dato argomento.
Cordialmente