Utente 2870

23 lug 2020
altro

Elettrodomestici locazione

Buongiorno, chiedo un consiglio sull’eventualità di intraprendere un’azione legale. Da un mese mi sono trasferita in un appartamento in affitto già arredato, con un mobilio decisamente costoso, per il quale pago un canone di locazione molto più elevato rispetto ai prezzi Medi locali. Nel contratto di locazione viene dichiarato che i mobili e gli elettrodomestici sono in perfette condizioni (E inventariati, ma non ho mai visto l’inventario). In realtà in questo mese ho scoperto parecchie problematiche nella casa e una tra tutte è la lavastoviglie rotta. È stato fatto un tentativo di riparazione (pagato dal medico proprietario) ma la lavastoviglie rimane guasta. Il proprietario decide quindi di contattare un falegname per poter “riorganizzare” la cucina e infilarci una lavastoviglie a basso costo (la vecchia lavastoviglie è una particolare di dimensioni maggiori rispetto agli standard). Personalmente non ritengo corretto pagare il canone “maggiorato” per via del mobilio e poi vedermi la cucina distrutta per non spendere i soldi per la sostituzione adatta. Ho margini di azione? Grazie

Risposte degli avvocati

fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
23 lug 2020

Buongiorno,
si può formalmente richiedere al proprietario una riduzione del canone di locazione, dal momento che Lei ha sottoscritto tale contratto anche per la presenza degli elettrodomestici.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
(Cell. 3280999150)