utente 2076
03 giu 2020
altro

Fondo Pensione Individuale - Cambio CCNL

Buongiorno, avrei un quesito da porle. Io ho aperto un PIP CRV con CreditRas ad Agosto 2018, siccome allora lavoravo per una società come ingegnere con un CCNL Commercio mentre da quest'anno lavoro come tecnico con un CCNL Metalmeccanico, posso richiedere il riscatto totale per perdita dei requisiti iniziali? Leggevo che la legge anti concorrenza prevede del 2018 il riscatto anche nel caso di cambio di posizione e tipo di contratto CCNL anche per le forme individuali. Ho trovato diversi articoli come questi online: IL 2 agosto, a due anni e mezzo dalla sua nascita, il ddl Concorrenza ha incassato la fiducia chiesta dal governo nell'Aula del Senato. Il 14.08.2017 sulla Gazzetta Ufficiale n.189 è stata dunque pubblicata la Legge 124/201, meglio nota come “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”. Sebbene passata un po’ in sordina per via delle ferie estive, la legge prevede una serie di significative misure in materia di previdenza integrativa. Nello specific, il comma 38 dell’articolo unico della legge apporta delle modifiche sostanziali al D.Lgs. 252/2005 che disciplina le forme pensionistiche complementari. In sintesi, le novità riguardano sia il finanziamento della posizione individuale sia “l’accesso” al montante accumulato: Riscatto per perdita dei requisiti - La "Legge di Concorrenza" ha esteso la possibilità di riscattare la posizione individuale accumulata in caso di perdita dei requisiti (cambio Ccnl, cessazione lavoro, ecc.) anche agli aderenti di un fondo pensione aperto o un PIP. Il riscatto per perdita requisiti normalmente connesso al cambio o cessazione del rapporto di lavoro era fino a oggi concesso esclusivamente alle adesioni collettive: l'innovazione consiste pertanto nell'estensione di questa forma di riscatto immediato anche alle adesioni in forma individuale. Rispetto al passato, quindi, un soggetto che cambia o perde il lavoro ed è iscritto a un qualsiasi Fondo pensione, può riscattare immediatamente tutta la posizione accumulata. Con le modifiche apportate dal Decreto, la previdenza complementare assume a tutti gli effetti una funzione di ammortizzatore sociale, oltre a quella originaria di integrazione al reddito pensionistico. Infine, sempre in tema di previdenza complementare, la Legge sulla concorrenza contiene una precisa previsione normativa relativa all’avvio di un Tavolo di consultazione promosso dal Ministro del lavoro, di concerto con i Ministri dell’economia e dello sviluppo economico allo scopo di: meglio definire i requisiti per l’attività dei fondi, con particolare riguardo ai requisiti di onorabilità e professionalità che devono sussistere in capo ai soggetti responsabili della gestione; promuovere iniziative di aggregazione delle forme pensionistiche complementari per una razionalizzazione che ne aumenti l’efficienza; sollecitare la diffusione della cultura finanziaria e previdenziale. La ringrazio in anticipo, Claudio
Risposte degli avvocati
avvocato dequo
Avvocato civilista
03 giu 2020

Buonasera, presenti una richiesta di consulenza diretta o premium. Cordiali saluti.


valeria pietra
Avvocato civilista
03 giu 2020

Gentile sig. Claudio, per fornirle un parere adeguato è necessario esaminare tutta la documentazione in suo possesso relativa al Fondo pensione ed effettuare uno specifico approfondimento normativo. Sono a disposizione per fornirle assistenza, mi può contattare tramite il sito www.avvocatopietravaleria.it Cordiali saluti