utente 3659
10 set 2020
altro

inadempimento della conessionaria auto

salve, la contattto in merito ad un contratto stipulato in data 28.02.2020 per l'acquisto di una autovettura nuova(PEUGEOT) , la macchina sarebbe dovuta arrivare entro il 30 maggio 2020, .Nel mese di maggio, adducendo che per motivi del covid, mi ridavano la data di consegna entro il 30 settembre 2020. In data 08 settembre mi recavo presso la concessionaria per avere contezza sull'ordine, la concessionaria mi riferiva che la richiesta dell'auto non è ancora in produzione e il modello con il tettino in cristallo non è possibile in quanto la fabrica che produce i cristalli ha chiuso.Chiedo se ci sono i presupposti, dell'inadempimento della concessionaria e contestualmente richiedere il doppio della caparra versata.
Risposte degli avvocati

certo può contattarmi 3332592374


valeria pietra
Avvocato civilista
10 set 2020

Buongiorno, occorre procedere con diffida formale alla concessionaria per far valere l'inadempimento e chiedere la restituzione di quanto versato. Sono a sua disposizione per fornirle assistenza legale in merito, mi può contattare ai recapiti che trova sul mio profilo. Cordiali saluti Avv Valeria Pietra


Direi che la Concessionaria è inadempiente, anche se c'è stato il ritardo COVID 19. Possibile la richiesta di esigere il doppio della caparra versata ex art. 1385 C.C. previa lettera di messa in mora da Legale. cesarini(chiocciola) virgilio.it Avv. Antonio Cesarini


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
10 set 2020

Buongiorno, certo, si tratta di inadempimento della concessionaria che Le dà il diritto ad esigere il doppio della caparra. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)