utente 9258
15 set 2021
altro

Incidente in ebike: di chi è la colpa?

Buongiorno, sono Marco Bertolini. Il 9 agosto siamo andati io e amici a fare un giro in montagna, a FAI DELLA PAGANELLA, abbiamo noleggiato delle ebike. Durante il tour abbiamo trovato una pista da sci, ovviamente non innevata. A quel punto, vista la bella discesa verde, abbiamo iniziato a percorrerla. Questa pista era attraversata da scoli per l’acqua larghi e profondi 1m, per nulla delimitati come pericoli. Nella discesa la ruota anteriore della mia bicicletta si è incastrata in uno di questi scoli, provocando una caduta costata la frattura di 7 costole e clavicola. Solamente ricoverato in ospedale mi è stato detto che percorrere le piste da sci è vietato. Vorrei sottolineare come all’imbocco della discesa non vi era nessun cartello di divieto e tanto meno segnali di pericolo presso gli scoli.
Risposte degli avvocati
fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
15 set 2021

Buongiorno,
provveda ad inviare formale comunicazione di diffida al Comune, salvo agire in giudizio per il risarcimento del danno.
Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare senza impegno ai recapiti indicati nel mio profilo.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
Torino - Milano


15 set 2021

Buongiorno, certamente è possibile richiedere risarcimento del danno al Comune di competenza in quanto nessun segnale e nessuna delimitazione era presente sul luogo. La prima cosa da fare è l'invio di una richiesta di risarcimento del danno e in caso di esito negativo, ricorso al Tribunale. Mi può contattare all'indirizzo alessimaria.77()gmail.com per una consulenza gratuita. Cordialmente. Avv. Maria Alessi