utente 2205
10 giu 2020
altro

ottenuto prestito dal padre nel 1983,quanto devo restituire?

Buongiorno. nel giugno 1983 ho ricevuto da mio padre 30 milioni di lire per acquistare la casa e sposarmi, firmando tutti un semplice foglio. Gli accordi erano che li avrei restituiti con calma, senza una scadenza, quando avrei potuto. Due mesi fa a 99 anni è morto mio padre e qualche settimana dopo i miei tre fratelli mi hanno comunicato che avevano un testamento olografo, scritto da mio padre nel 2017, e dove c'era menzionato che lasciava in eredità la casa di abitazione, dove abitava con la moglie ancora viva, ai soli miei fratelli perchè a me aveva già dato a suo tempo molto di più di quanto mi sarebbe spettato della casa. I miei fratelli ora mi chiedono al più presto la restituzione di quanto ottenuto a suo tempo da mio padre l'importo in circa 70 mila euro, tra rivalutazione e interessi. Ho chiesto a loro di fare a tal fine una valutazione della casa per scalare tale importo dal valore che dovrebbe avere attualmente ma mi hanno risposto che eventualmente faranno dopo che io ho restituito la somma a loro. Non mi sembra un comportamento corretto e pertanto vorrei avere un parere su come muovermi anche indicativamente a quel testamento che non so quanto sia legittimo, visto che io ne ignoravo l'esistenza. grazie
Risposte degli avvocati
giovanni carbone
Avvocato civilista
10 giu 2020

Gentile utente, se desidera, per ogni opportuna consulenza, potrà contattarmi direttamente nei recapiti che trova su www.studiolegalecarbone.org


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
10 giu 2020

Buongiorno, per risponderLe adeguatamente è necessario, oltre a visionare il testamento olografo, avere una stima economica dell'immobile che Suo padre ha lasciato ai suo fratelli. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)


vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
10 giu 2020

Buongiorno, è necessario per fornirLe un parere esaminare: la copia della scrittura citata, la copia del testamento, verificare l'entità del patrimonio, svolgere una quantomeno sommaria stima dell'immobile. Una volta chiarita la situazione, si potrà valutare al meglio la strategia difensiva da porre in essere. Resto a disposizione e mi può contattare via email a vianellolex()gmail.com. Cordiali saluti


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
10 giu 2020

Buongiorno, la complessità della situazione da Lei descritta richiede un approfondimento. Se vuole, può contattarmi utilizzando i recapiti che trova sul mio profilo in modo da valutare e individuare eventualmente una soluzione. Cordialmente.