Utente 1121

09 apr 2020
altro

Pagamento assegni familiari esagerati

Salve è giusto che un papà separato con due figli minori di 3 e 5 anni dopo aver lasciato la casa alla moglie deve pagare: (con un reddito netto mensile di 1900 euro)
- 485 euro di mutuo (rata intera)
- 200 mantenimento coniuge
- 600 euro entrambe le figlie
Grazie

Risposte degli avvocati

10 lug 2020

Buongiorno, l'assegnazione della casa coniugale è un elemento del quale il Giudice può tenere conto nel calcolare l'assegno di mantenimento: il genitore che lascia la casa all'altro e ai figli contribuisce con questo alle loro esigenze e ne alleggerisce le spese, quindi l'assegno di mantenimento potrà essere in generale più contenuto. Tuttavia nel caso specifico non appare particolarmente elevato l'assegno di mantenimento per la coniuge (Euro 200). Occorre valutare se questo sia il solo sostentamento della signora, o se a sua volta abbia un reddito (es. da lavoro) e di quale importo. Se la signora dispone di un reddito, può facilmente ipotizzarsi una richiesta di ridurre l'assegno. In caso contrario, la somma appare obiettivamente modesta in relazione alle necessità di mantenimento ordinarie. Per ottenere una riduzione è utile considerare anche la capacità lavorativa della signora e se i Suoi redditi siano stabili o abbiano subito aumenti o riduzioni nel tempo.
Cordialmente - Avv. Paola Martinatto Maritano - Torino


Buongiorno, occorre necessariamente distinguere diverse situazioni che comunque devono essere scritte nel verbale di omologa della separazione, ove si parli di consensuale o nell'ordinanza Presidenziale del Tribunale del luogo di residenza dei coniugi.
A mio avviso, ma necessariamente deve essere valutata la situazione reddituale di entrambi i coniugi, quindi, anche quella della ex moglie, la cifra è eccessiva, in considerazione del contributo apportato dalla ex moglie alla vita familiare, per cui, occorre effettuare ricerche ed accertamenti tributari anche ad ella. Infine, penso che per i due figli la somma sia giusta, è da rivedere lo stato reddituale della moglie