Utente 5016

06 gen 2021
altro

Presunto abuso edilizio del vicino: cosa fare

Salve cortesemente vorrei un vostro parere
Ho motivi fondati di temere che il mio confinante possa sopraelevare il
Solaio di un suo garage che e attaccato alla mia proprietà ( essendo stati costruiti abusivamente e condinato) e non rispetta le distanze quindi senza chiedermi se sono d’accordo
Come posso tutelarmi?? Cosa posso fare?
Grazie

Risposte degli avvocati

antonino ercolano
Avvocato civilista
Sant'Agnello
06 gen 2021

Gentile Utente, se ha sospetto che si stia costruendo un'opera abusiva può: 1) fare una richiesta di accesso agli atti all'Ufficio Tecnico del Comune per prendere visione dei documenti relativi alla costruzione; 2) può denunciare l'abuso edilizo alla polizia municipale, richiedendo un immediato intervento. 3) In ogni caso può ricorrere in Tribunale, con l'assistenza di un Avvocato, con un ricorso ai sensi degli artt. 688 e 1171 codice civile, onde ottenere un provvedimento che sospenda l'esecuzione dell'opera (purchè non sia terminata e non sia trascorso un anno dall'inizio della costruzione). E' un procedimento che si svolge in due fasi: in una prima fase (cautelare) potrà ottenere immediatamente in via cautelare il provvedimento che eviti il pericolo di grave danno. In una seconda fase ci sarà un giudizio di merito teso a verificare la fondatezza della domanda. Se ha necessità di consulenza o assistenza, mi contatti tramite il mio profilo. Cordiali saluti. Avv. Antonino Ercolano - antoninoercolano()hotmail.it


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
06 gen 2021

Buongiorno,
l'art. 1171 c.c. (Denunzia di nuova opera) sancisce che il proprietario, il titolare di altro diritto reale di godimento o il possessore, il quale ha ragione di temere che da una nuova opera, da altri intrapresa sul proprio come sull’altrui fondo, sia per derivare danno alla cosa che forma l’oggetto del suo diritto o del suo possesso, può denunziare all’autorità giudiziaria la nuova opera, purché questa non sia terminata e non sia trascorso un anno dal suo inizio.
Pertanto, l'autorità giudiziaria, presa sommaria cognizione del fatto, può vietare la continuazione dei lavori qualora ravvisi un danno alla Sua proprietà.
Se ha necessità, anche solo per una consulenza, mi può contattare senza impegno ai recapiti indicati nel mio profilo.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo