Utente 4287

11 nov 2020
altro

Problema parcella legale: l'avvocato fa il furbo

Sono passati 2 anni da quando vengo assistita da un legale a seguito di un incidente stradale.
Sono passati 25 giorni da quando ho chiesto un preventivo. Lui continua a tirare la corda, essendo molto amico di mamma, e nonostante io abbia 29 anni continua a parlare con lei, io ogni novità la vengo a sapere in modo indiretto. Oggi, dopo varie mie richieste ha detto a lei che se voglio essere trattata da cliente allora devo andare in ufficio e mi metterà la tariffa che mette a tutti, se vuole che mi tratti da amica allora facciamo il 20%, l'assicurazione mi darà un 13% e tu il restante 7%. Ma non deve essere scritto da nessuna parte, accordo verbale. Purtroppo non posso cambiarlo, ma vorrei che si facesse una cosa legale scritta. Se lui mi dovesse preparare un foglio, dove scrive il 20% da sottrarre alla somma, posso "controbattere" col fatto che è vietato l'uso della % e inoltre esistono le tabelle dove è espressa la quantità di soldi spettante?
Purtroppo litigo anche con mia madre, perché lei non vuole rovinare il rapporto.
Vi ringrazio anticipatamente.

Risposte degli avvocati

16 nov 2021

Buon pomeriggio
Può fare riferimento al D.M. 55/14 al seguente link https://www.avvocatoandreani.it/servizi/tabelle-parametri-forensi.php
e così verificare quanto è dovuto al professionista che La sta assistendo
Cordialmente
Avv.Giorgia Miriello
Formia
3338547871


vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
11 nov 2020

Buongiorno, senza entrare nel merito della questione, mi pare di comprendere che il collega voglia concordare il patto di quota lite che è vietato dalla legge professionale forense.
Se così fosse, Le consiglio di sentire un altro parere legale per valutare se effettivamente desideri continuare il rapporto professionale con il collega. Se gradisce dei chiarimenti, mi può contattare ai recapiti sul profilo. Cordiali saluti.