Utente 2408

24 giu 2020
altro

Proprietario di alloggio in condominio

Buongiorno, gentilmente vorrei un grande aiuto da voi per una questione: a Torino sono proprietario di un alloggio in un condominio di circa 20 condomini.
Ho affittato a un mio amico l'alloggio concordando con lui che non avrei concesso la cantina pertinente in quanto è piena di roba mia perchè prima abitavo in quell'alloggio e non ho avuto modo di svuotarla. L'inquilino ha accettato le condizioni del solo alloggio e non pone affatto problemi, non avendo bisogno della cantina. Il vero problema si pone con alcuni condomini che sostengono che io pur essendo proprietario dell'alloggio, siccome è affittato, non posso più accedere alla mia cantina privata, nonostante gli accordi scritti con l'inquilino che - ripeto - non chiede la cantina.
Mi vorrebbero impedire di accedere alla mia cantina, di accedere alla mia buca lettere per la corrispondenza saltuaria, e di entrare nel condominio con le mie chiavi per entrare nella mia cantina.
Siccome spesso sono fuori città, ho delegato anche in forma scritta all'amministratore , un mio parente a eseguire le commissioni per mio conto per prendermi la posta o accedere alla mia cantina, a persona conosciuta dai condomini in quanto precedentemente ha abitato nel condominio senza mai avere nessun problema.
In sostanza, alcuni condomini mi proibiscono di entrare nel condominio per andare nella mia cantina privata o di mandare una persona di mia fiducia quando non posso esserci io, saltuariamente una o due volte al mese.
Credo non possono proibire il proprietario dell'unità immobiliare ad accedere alla sua cantina privata....inoltre il regolamento di condominio vieta solo la vendita separata della cantina, e vieta anche l'affitto delle sole cantine a persone diverse e estranee , ma io sono il proprietario e intendo usare la mia cantina all'occorrenza, non avendo all'interno nè roba illecita, nè pericolosa ; esco ed entro dal condomini avendo cura di chiudere bene le porte e spegnere le varie luci e col massimo senso del rispetto, nonostante tutto questo, esiste il problema che ho illustrato sopra. L'amministratore non prende una posizione e non spiega ai condomini quali sono i diritti e i doveri di ciascuno; creando ancora più confusione e diverbi. Vi ringrazio per la cortese risposta che spero di ricevere al più presto per sapermi comportare nella prossima assemblea di condominio prevista per i primi di Luglio. Grazie mille e buon lavoro !

Risposte degli avvocati

stefano terraneo
Avvocato civilista
24 giu 2020

Buongiorno, lei ha tutto il diritto di accedere al condominio, essendo proprietario di un immobile ivi situato, nonché della cantina. Le contestazioni dei suoi simpatici condomini sono da ritenersi pertanto assolutamente infondate. Mi faccia sapere se necessita di ulteriore assistenza, può contattarmi ai recapiti indicati nel mio profilo. Cordiali saluti. Avv. Stefano Terraneo


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
24 giu 2020

Buongiorno,
le contestazioni che Le rivolgono gli atri condomini sono assolutamente pretestuose. Lei è proprietario dell'immobile come gli altri condomini!
Se necessita di assistenza legale mi contatti al 3280999150, sarò lieto di approfondire la questione.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo