Utente 1504

06 mag 2020
altro

pubblicazione testo di divulgazione scientifica

Sono uno studente di 27 anni e in questi mesi ho scritto un testo di divulgazione scientifica di 1000 pagine con circa 400 articoli. Ho utilizzate tutte le possibili precauzioni del fair use per evitare plagi. Tutti gli articoli sono stati citati.
Alcuni paragrafi sono riassunti di abstract ad esempio "in uno studio del 2007 hanno comparato l'efficacia dell'olio di ricino con l'olio di mandorle dolci nella crescita dei capelli ed è emerso che l'olio di ricino aumenta la densità capillare del 50% rispetto al 30% dell'olio di mandorle". E subito dopo altri tre o 4 articoli. Seguiti da una conclusione finale personale. Il problema è il costo degli studi, i diritti che devo pagare. Cioè devo pagare gli autori o se li cito per così poco non è necessario? Devo chiedere ad ogni autore se posso chiedere l'utilizzo di parte dei suoi contenuti? Perche se devo spendere migliaia di euro per pagare i diritti questo libro non lo potrò mai pubblicare e allora a questo punto me la metto via e fine. Come posso risolvere? Sono in uno stato di franse demoralizzazione :'(

Risposte degli avvocati

marco sansone
Avvocato civilista
06 mag 2020

Il diritto di citazione (o diritto di "corta citazione") è una forma di libera utilizzazione di opere dell'ingegno tutelate da diritto d'autore.
Infatti, sebbene l'autore detenga i diritti d'autore sulle proprie creazioni, in un certo numero di circostanze non può opporsi alla pubblicazione di estratti, riassunti, citazioni, proprio per non ledere l'altrui diritto di citarla.
L'articolo 10 della Convenzione di Berna, ratificata o presa ad esempio dalla maggioranza degli ordinamenti internazionali (tra cui il nostro), prevede il diritto di citazione con le seguenti regole:
Articolo 10
1) Sono lecite le citazioni tratte da un'opera già resa lecitamente accessibile al pubblico, nonché le citazioni di articoli di giornali e riviste periodiche nella forma di rassegne di stampe, a condizione che dette citazioni siano fatte conformemente ai buoni usi e nella misura giustificata dallo scopo
2) Restano fermi gli effetti della legislazione dei Paesi dell'Unione e degli accordi particolari tra essi stipulati o stipulandi, per quanto concerne la facoltà d'utilizzare lecitamente opere letterarie o artistiche a titolo illustrativo nell'insegnamento, mediante pubblicazioni, emissioni radiodiffuse o registrazioni sonore o visive, purché una tale utilizzazione sia fatta conformemente ai buoni usi e nella misura giustificata dallo scopo.
3) Le citazioni e utilizzazioni contemplate negli alinea precedenti dovranno menzionare la fonte e, se vi compare, il nome dell'autore.
Da ciò può comprendere che Lei è a posto, se cita indicando sempre autore ed opera (come si fa nelle pubblicazioni scientifiche, nelle tesi di laurea, ecc...).
Non deve pagare nulla, né chiedere autorizzazioni.
Se mi invia una qualsiasi delle citazioni (ed il modo con cui l'ha riportata), dò un'occhiata, ma sono certo che avrà ben compreso il modo di farle.
Se ha bisogno, la mia mail è marco()avvsansone.it
Il cell lo trova nel profilo.
ps: se ha trovato la consulenza utile, può recensire. Grazie