Utente 5042

08 gen 2021
altro

Quesito a seguito di omologa per sovraindebitamento

Buongiorno, in data 03 dicembre 2020 il tribunale della mia città ha emesso l’omologa del piano del consumatore ex art. 12 bis L. n. 3/2012 per sovraindebitamento della sottoscritta che verrà applicato a partire da gennaio 2021 per anni 5. Nell’omologa, vengo inibita alla sottoscrizione di strumenti creditizi e finanziari di pagamento (carte di credito e/o debito) e all’accesso al mercato del credito in ogni sua forma, sino alla completa esecuzione del piano. Premetto che nell’ottobre 2020, a causa di un incidente stradale nel quale ho avuto ragione al 100%, a causa degli ingenti danni provocati all’auto, ho dovuto rottamarla (unico bene di mia proprietà). Adesso io e mia figlia ci ritroviamo senza alcun mezzo di trasporto. Mio padre, per aiutarmi, vorrebbe regalarmi un’auto di seconda mano e per ovvi motivi di risparmio sull’assicurazione (mia figlia ha 22 anni) vorrei intestarla a me (guido da 32 anni senza alcun sinistro). Intestandola a lei e non avendo la stessa alcun reddito, mi ritroverei a pagare un’importo assicurativo pari quasi al doppio che se dovessi intestarla a me. E’ possibile, a fronte di quanto sopra esposto, che io possa essere titolare di un’auto anche se regalata? Si potrebbe trascrivere un documento sul quale si dichiara questa donazione o regalo? Ripeto, il problema sussiste solo perché l’importo dell’assicurazione dovrei comunque pagarlo io e mi sembrerebbe un controsenso pagare il doppio solo perché non posso avere intestata l’auto. Spero di essere stata esaustiva e ringrazio anticipatamente per l’attenzione e la cortese risposta che vorrete fornirmi.

Risposte degli avvocati

08 gen 2021

Buonasera,
potrebbe essere opportuno rappresentare questo fatto all'Organismo di composizione della crisi, a maggior ragione se l'auto precedente era stata inventariata in procedura ed ora non esiste più. In questo modo si potrebbe trovare una soluzione ufficiale in seno alla procedura (piano consumatore).
Cordiali saluti
Avv. Giorgio Rocca