Utente 2615

08 lug 2020
altro

Recedere da compromesso vendita immobile

Salve,
vorrei sapere i problemi a cui vado incontro nel caso in cui volessi recedere da un compromesso firmato in casa tra me ed un altro privato per la vendita del mio immobile.
Il compromesso è legato ad una caparra confirmatoria con riferimento all'art 1385 c.c. per cui, se non erro, da parte mia (venditore) occorre corrispondere circa il doppio della caparra ricevuta in caso di recessione. Ci sono altri "rischi" o penali che possono essere richieste da parte dell'acquirente?
grazie e saluti

Risposte degli avvocati

vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
08 lug 2020

Buongiorno,
è necessario visionare il contenuto dell'atto sottoscritto.
Se interessata, mi contatti via email a vianellolex()gmail.com e sarò lieta di fornirLe un primo parere gratuito.
Cordiali saluti


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
08 lug 2020

Buonasera,
premesso che bisognerebbe visionare il contratto preliminare (compromesso) per risponderLe adeguatamente, in caso di inadempimento da parte del venditore, l'acquirente potrebbe chiedere il risarcimento del danno, oltre alla restituzione del doppio della caparra, dimostrando di aver subito una perdita patrimoniale.
Se necessita di assistenza legale mi contatti al 3280999150, sarò lieto di approfondire la questione.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo


stefano terraneo
Avvocato civilista
08 lug 2020

Buonasera, in caso di Suo inadempimento, controparte può recedere dal contratto ed esigere il doppio della caparra. Ad ogni modo, sarebbe utile esaminare il contratto, onde verificare l'eventuale esistenza di diverse pattuizioni. Cordiali saluti. Avv. Stefano Terraneo


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
08 lug 2020

Occorre visionare il contratto. Se vuole, può prenotare una consulenza diretta sul mio profilo.
Cordialmente.