utente 2200
10 giu 2020
altro

Recesso contratto gas per decesso

Buongiorno, Mia nonna è venuta a mancare due mesi fa. Viveva da sola in un appartamento in affitto, il quale è stato riconsegnato al proprietario 1 mese fa. Lei era intestataria di un contratto di fornitura gas. Siccome al momento, per l'emergenza sanitaria, i tecnici non possono uscire per la sigillatura del contatore, la società distributrice ci ha informato che non è possibile chiudere il contratto fintanto che non avviene la sigillatura e di continuare a pagare le bollette e richiedere successivamente uno storno. Volevo quindi chiedere se si è obbligati a pagare le bollette anche se l'intestatario del contratto è deceduto e l'appartamento è stato riconsegnato. Grazie in anticipo.
Risposte degli avvocati
avvocato dequo
Avvocato civilista
13 giu 2020

Buonasera, le fatture devono essere pagate per tutta la durata del contratto di utenza. Le consiglio di presentare una richiesta di chiusura del contratto per causa morte. Il formulario è presente sulla pagina personale del fornitore del servizio di gas. Cordiali saluti.


vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
10 giu 2020

Buongiorno, attualmente le attività economiche sono riprese regolarmente e quindi non devono sussistere problemi per procedere alla sigillatura del contatore da parte del distributore tanto se si trova nell'abitazione quanto ed a maggior ragione se si trova all'esterno della stessa. Conseguentemente non devono sussistere problemi per disdire il contratto di fornitura del gas. In realtà il Suo problema risiede nel fatto che avendo restituito l’immobile al proprietario gli eredi non hanno titolo per accedere all'immobile ed allo stabile in generale salvo accordi specifici presi con il proprietario medesimo. Per tale motivo per far sigillare il contatore dovrà accordarsi anche col proprietario che deve consentire l’accesso. Ciò detto, se lei non provvede al pagamento delle bollette ad un certo punto il fornitore provvederà ad interrompere l’erogazione e si attiverà per il recupero coatto del credito nei confronti degli eredi dopo aver scoperto che Sua nonna è venuta a mancare. Il fornitore, infatti, attualmente non sa che Sua nonna è venuta a mancare ed imputerà presuntivamente i consumi agli eredi. Il consiglio, pertanto, se è sua intenzione procedere con la disdetta, è quello di insistere con il fornitore anche per evitare di pagare per consumi effettuati da altri soggetti. Se gradisce, mi contatti al n. 345/2146424 oppure a mezzo email all'indirizzo vianellolex()gmail.com e sarà mia cura rimetterLe un primo parere gratuito e un preventivo per l'assistenza legale. A disposizione, saluto cordialmente.


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
10 giu 2020

Buongiorno, nel caso di morte del conduttore subentrano nel contratto di locazione, con tutti i debiti (comprese le bollette per le utenze) nel frattempo maturati, gli eredi che abbiano accettano l'eredità. Pertanto nel Suo caso, se accetta l'eredità, è tenuto ad adempiere al pagamento delle bollette. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)