utente 1795
20 mag 2020
altro

Recesso contratto locazione Covid

Buongiorno, 1 mese fa é venuta a mancare mia nonna. Viveva da sola in un appartamento in affitto. Abbiamo quindi proceduto allo sgombero dello stesso per riconsegnarlo al proprietario. Abbiamo chiuso le utenze di acqua e luce. Tra le condizioni elencate dal proprietario prima della riconsegna, ci sarebbe anche la sigillatura del contatore gas. Tuttavia, al momento i tecnici del gas non possono intervenire causa covid (non si possono fissare gli appuntamenti per la sigillatura). Siccome non è neppure chiaro quando sarà possibile fissare l'appuntamento, siamo obbligati a pagare il canone di locazione fintanto che non viene sigillato il contatore? Ad eccezione del contatore, l'appartamento è disponibile per l'utilizzo. Grazie in anticipo.
Risposte degli avvocati
fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
20 mag 2020

Buongiorno, non dovete assolutamente pagare nulla di più! Provvedete, invece, ad inviare una comunicazione formale al proprietario nella quale indicate i motivi della mancata sigillatura. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)


marco sansone
Avvocato civilista
Vallo della Lucania
20 mag 2020

Assolutamente no. E' il caso, però, di comunicare per iscritto al locatore l'avvenuto completamento di tutti gli altri adempimenti, la lettura del contatore del gas al momento del formale rilascio dell'immobile e le motivazioni per le quali la sigillatura avverrà non appena le condizioni lo consentiranno. Ciò determinerà la consegna dell'immobile alla data attuale ed il venir meno dell'obbligo di corrispondere ulteriori importi a qualsiasi titolo. Chiaramente con la consegna dell'immobile dovrete redigere un verbale e chiedere la restituzione della caparra all'epoca versata, se versata.


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
20 mag 2020

Buonasera, a mio avviso no. Ad ogni modo, per approfondire la questione, mi contatti pure privatamente. Cordialmente