Utente 2384

23 giu 2020
altro

RESTITUZIONE CAPARRA MATRIMONIO

I proprietari della villa dove era stato fissato il ricevimento dopo la cerimonia religiosa non vogliono restituirci la caparra.
Matrimonio fissato per il 25 luglio 2020.
Con l’arrivo dell’emergenza COVID i proprietari ci chiedono via telefono e via mail data alternativa per l’evento .
Noi rispondiamo tramite mail che avremmo opzionato la data del 24 ottobre , se non fosse stato possibile effettuare l’evento il 25 luglio 2020.
Dopo l’uscita dell’ultimo aggiornamento del decreto del 12 Giugno , il giorno 25.06.2020 i proprietari non si rendono disponibili ad effettuare l’evento , nonostante il decreto del 12.6.20 dia la possibilità di effettuare catering ed effettuare l’evento ,con alcune restrizioni che avremmo accettato e dia la possibilità ad effettuare cerimonie religiose.
Durante la telefonata i proprietari avevano detto che avrebbero restituito la caparra per mantenere i buoni rapporti e che ci saremmo incontrati per annullare il contratto.
Scriviamo , dunque una mail , dove vista la loro citata rinuncia telefonica ad effettuare l’evento , chiediamo restituzione della caparra.
L’ultima telefonata del 22.06.20 , i proprietari mi comunicano che hanno dato il contratto al loro avvocato per capire come muoversi.
Cosa devo fare ?

Risposte degli avvocati

antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
23 giu 2020

Attendere o affidarsi ad un avvocato.
Cordialmente