utente 4948
31 dic 2020
altro

Retta Asilo Nido in caso di disdetta: come evitare di pagarla intera

Buongiorno, ho iscritto mio figlio ad un nido privato, successivamente essendo stato chiamato alla materna statale ho dato la disdetta. La disdetta l'ho comunicata con circa 20 giorni di anticipo rispetto alla scadenza della retta mensile. Sul contratto chiedono un mese di anticipo ed adesso mi stanno chiedendo di pagare il nuovo mese (in cui mio figlio non frequenterà) per intero. Riporto in calce la dicitura sul contratto: "Dichiaro pertanto di essere puntuale nel pagamento della retta mensile, che dovrà essere effettuato entro il 1 di ogni mese; il mancato pagamento entro tale scadenza comporterà la non ammissione del bambino/a. DISDETTA O RITIRO DEL BAMBINO. Ogni eventuale disdetta che avverrà durante l'anno scolastico dovrà pervenire con almeno un mese di anticipo in base alla scadenza della retta mensile." Due elementi mi hanno fatto venire dei dubbi: 1) la clausola sulla disdetta sebbene in grassetto non è vessatoria (non c'è una firma richiesta specifica per questa clausola) 2) l'altra clausola sul mancato pagamento con la non ammissione del bambino non fa cenno a penali quindi in teoria pensavo se un genitore non paga, semplicemente non accettano il figlio a scuola. Sono tenuto al pagamento dell'intera retta per il mese che segue la disdetta? Grazie
Risposte degli avvocati
antonino ercolano
Avvocato civilista
Sant'Agnello
31 dic 2020

Gentile Utente, si. Il Suo dubbio è fondato. La clausola è nulla, in quanto vessatoria e necessitava di specifica approvazione (non basta che sia evidenziata in grassetto). L'asilo ha diritto a richiedere soltanto i costi già sostenuti e le rate già scadute. Se ha ricevuto una formale richiesta di pagamento, consiglio di riscontrare contestando la richiesta. Resto a disposizione nel caso necessiti di una consulenza più approfondita o assistenza. Cordiali saluti. Avv. Antonino Ercolano - antoninoercolano()hotmail.it