Utente 2328

18 giu 2020
altro

RISARCIMENTO DIVANO

Buongiorno,
chiedo un parere su un fatto accaduto ad un amico. Lui era in affitto, presso un'abitazione nella quale c'era il suddetto divano, successivamente ha cambiato abitazione ed il proprietario ha restituito regolarmente le caparre. Dopo del tempo si accorge che vi è una macchia sul divano (di 7 anni) chiama il mio amico a cui fa firmare un verbale di constatazione del danno. Quest'ultimo gli offre una somma forfettaria per il danno, 200,00 €, ma quest'ultima non viene accettata, ma è sostituita con una richiesta di 750,00€.
A questo punto il mio amico offre 300,00€, ma anche questa offerta viene rifiutata e sostituita da un'altra di 500,00€.
Al momento la situazione è ferma, ma tramite agenzia , il mio amico ha saputo che i proprietari intendono mandargli una lettera da un legale.
Come si deve comportare?
(purtroppo non ha a disposizione delle foto).
In attesa di un riscontro, ringraziandovi,
saluti

Risposte degli avvocati

19 giu 2020

Buongiorno, una macchia sul divano, tra l'altro notata a distanza di 7 anni non mi pare sia cosa molto credibile. In ogni caso, chiederei di visionare effettivamente il divano in modo da verificare il danno di cui trattasi. Aspettare l'eventuale diffida e procedere col giudizio. Mi contatti all'indirizzo alessimaria.77()gmail.com per eventuali chiarimenti e/o assistenza. Le faccio presente che se il suo reddito personale non supera € 11.493,82 può accedere al gratuito patrocinio con costi sostenuti interamente dallo Stato. Essendo io iscritta negli appositi elenchi potrei certamente assisterla. Cordialmente. Avv. Maria Alessi, con studio in Reggio Calabria e Frascati (ROMA).


stefano terraneo
Avvocato civilista
18 giu 2020

Buonasera, ritengo che ogni decisione in merito al comportamento da adottare debba essere rinviata a seguito dell'eventuale ricevimento di diffida di pagamento. A quel punto dovrà essere approfondita la problematica, onde poter definire la migliore strategia. Resto a disposizione ai recapiti presenti sul mio profilo ed invio cordiali saluti. Avv. Stefano Terraneo


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
18 giu 2020

Buongiorno,
in caso di danni ai beni immobili o mobili dati in locazione per quantificare il danno ed ottenere un risarcimento è necessario un accertamento tecnico preventivo, consistente nella nomina da parte del giudice di un CTU che accerti l'esistenza del danno.
Se necessita di assistenza legale mi contatti al 3280999150, sarò lieto di approfondire la questione.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo