Utente 2547

03 lug 2020
altro

Separazione e divisione dei beni: come agire?

buonasera
mi sto separando da mio marito e abbiamo intrapreso una mediazione famigliare. Stiamo sviscerando le cose salienti x accordarci al meglio. La situazione economica è quella principale
Brevemente:
Sposata in comunione dei beni.
1 anno di convivenza dove all'inizio mio padre ha pagato interamente la casa e i mobili (ho ancora estratti conto assegni ecc.). Nonostante non fossimo ancora in comunione dei beni, ho fatto cointestare la casa (no mutuo). Dopo pochi mesi (sempre prima del matrimonio) abbiamo aperto un comune conto corrente dove sono confluiti i miei risparmi che avevo su mio conto personale e i suoi (dati da suo padre).
A conti fatti la cifra NON era alla pari (da parte mia ho messo il doppio circa).
Nel frattempo su c.corrente cointestato confluivano i soldi degli stipendi (il mio quasi il doppio del marito).
Nel corso di qualche anno abbiamo comprato un terreno del valore circa 100.000 euro (escluso spese varie)
Mi chiedo: cosa posso chiedere a mio vantaggio? dato che ho comunque messo di piu (documentabile, nonostante l'oggettiva comunione dei beni) in questa fase che diritti avrei?.
facendo un riepilogo: valore casa circa 210 mila euro
conto corrente comune attuale 100 mila euro
terreno 100 mila euro.
Lui dice che mi lascerebbe la casa coniugale e lui andrebbe in affitto ma io vorrei separare immediatamente il tutto in maniera definitiva per evitare che mi possa rivendicare la casa.
Cosa mi consiglia di fare? dato che ho già perso soldi in comunione dei beni, ora vorrei tutelarmi.
potrei dare una buonuscita e magari non pretendere l'assegno di mantenimento ?
grazie

Risposte degli avvocati

fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
04 lug 2020

Buongiorno Signora,
la questione da Lei descritta merita necessariamente un approfondimento.
Se necessita di assistenza legale mi contatti al 3280999150, sarò lieto di fornirLe una prima consulenza gratuita.
Lo studio si occupa prevalentemente di diritto di famiglia.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo


Buonasera signora.
La regolamentazione dei rapporti economici tra i coniugi in sede di separazione (assegno di mantenimento, assegnazione casa coniugale) non incide in alcun modo sulla persistente comproprietà dei beni (appartamento, terreno, conto corrente) acquistati in comunione o comunque congiuntamente. Per "ristabilire" l'equilibrio tra le parti e attribuire a ciascuna la propria "quota reale" è certamente necessario procedere ad una divisione che potrà avvenire attraverso un piano concordato, ovvero in assenza di accordo tra le parti, agendo in giudizio.
Chiaramente la specificità del caso necessita di approfondimenti.
Sarei ben lieta di fornirLe una mia consulenza in materia ed eventualmente di assisterLa durante il necessario iter.
A tal fine potrà contattarmi al seguente indirizzo di posta elettronica: avv.francescapignani( ) gmail.com.
Resto a disposizione per ogni chiarimento e porgo cordiali saluti.
Avv. Francesca Pignani


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
03 lug 2020

Gentile Utente, la vicenda merita un approfondimento.
Mi contatti pure al 3484901170 (anche WhatsApp) o via mail all'indirizzo avv.daronzoantonio()gmail.com
Cordialmente