utente 3149
06 ago 2020
altro

tutela amministratore condominiale

non faccio l'amministratore condominiale di professione ma mi è stata data la responsabilità di doverlo fare per il condominio dove abito. Si tratta di un fabbricato da abbattere e ricostruire causa sisma e sto seguendo il relativo mude. Il problema si è posto all'ultima assemblea condominiale quando la maggioranza ha scelto l'impresa edile e un proprietario che non era d'accordo sulla scelta ha chiesto (apponendolo come un obbligo) che l'impresa che si è aggiudicata l'appalto attivasse una polizza car postuma decennale. Ovviamente io e l'architetto lo abbiamo chiesto all'impresa che ci ha risposto no poichè non è obbligo di legge avendo l'assicurazione rc. Questo proprietario quindi mi ha mandato una raccomandata che allego , dove scrive che questa polizza deve essere parte integrante del contratto d'appalto e scrive anche che sul preventivo c'era scritto che i lavori sarebbero durati 14 mesi ma sul contratto di appalto è stato scritto 2 anni. Quello che interessa a me che copro la figura dell'amministratore condominiale è la seguente frase : "resta inteso che in caso di nocumento a seguito di condotte colpose da parte di chicchessia si procederà per la sede legale. Si invita l'amministratore a diramare formalmente raccomandata a mano ad ogni singolo proprietario copia della presente". Spero di aver spiegato bene la situazione , e chiedo come amministratore come mi devo comportare, e cosa devo rispondere , che responsabilità ho e come mi devo comportare e se sono obbligata io ad eseguire quanto richiesto per consegnare questa raccomandata agli altri proprietari .
Risposte degli avvocati
fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
06 ago 2020

Buongiorno, Lei come amministratore deve attenersi a quanto deciso in assemblea dalla maggioranza dei condomini. Il condomino in disaccordo può sempre impugnare la delibera. Per quanto riguarda la comunicazione del condomino in disaccordo non è tenuta ad inviarla, per di più tramite a/r, agli altri condomini, che lo facesse il condomino in questione. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)


Buongiorno, il suo quesito non è di veloce risoluzione. In sintesi Le posso dire che l'Amministratore di un Condominio ha responsabilità civili e penali nei confronti dei condomini in caso dovessero insorgere problemi legati ad una sua cattiva gestione in qualità di amministratore del condominio. Inoltre poichè siete alle prese con una situazione molto delicata come quella di procedere alla ricostruzione di un edificio che potrebbe avvalersi di tutti i benefici fiscali previsti dalle ultime leggi, la cosa migliore per il condominio tutto sarebbe quella di farsi assistere ed amministrare da un professionista del settore. Avv. Chiara Labrozzi