Utente 946

23 mar 2020
altro

Uso legittimo della carta di credito da parte di soggetto non intestatario

Buonasera, opero all'interno di una casa editrice/ass.culturale. Abbiamo una carta bancomat intestata all'associazione con nominativo della vice presidente. Devo utilizzarla per fare operazioni e spedizioni postali per conto dell'associazione, con il consenso dell'intestataria e che non comportano la firma di atti. Mi è stato riferito che anche se non sono il soggetto alla quale la carta è intestata, utilizzarla soddisfacendo le sopra citate condizioni è comunque legale, in quanto "l'unico caso in cui un'utilizzazione della carta da parte del non titolare può ritenersi non abusiva, è quello di un uso indiretto del documento da parte del soggetto legittimato, circoscritto all'ipotesi in cui costui si serva di un terzo come "longa manus" o mero strumento esecutivo di un'operazione non comportante la sottoscrizione di alcun atto" (sez.1, n.11023, del 19/02/2004, Rv.227516). Scrivo per chiedere conferma di questo fatto, perché trattandosi di un'operazione che devo svolgere in ambito lavorativo è per me molto importante che sia fatta in completa legalità. Grazie per l'attenzione e buon lavoro.

Risposte degli avvocati

marco sansone
Avvocato civilista
24 mar 2020

E' assolutamente così. Se però mettete per iscritto una sorta di contratto di mandato col quale l'intestataria la autorizza all'utilizzo della carta ritengo sia cosa buona e giusta.