utente 1323
24 apr 2020
altro

Violazione Privacy su test COVID 19?

Salve, sono un dipendente di un’azienda sanitaria del settore pubblico. Questa settimana è stato effettuato il tampone per verificare la positività al Covid-19. Al di là dell’identificazione approssimativa (mi sono state date le etichette in mano con i miei dati e poi mi è stato chiesto di ripetere i dati appena letti), non ho ricevuto l’esito dell’esame di laboratorio, che mi viene riferito essere stato inviato (come di prassi in azienda) al direttore del’UOC dove presto servizio. È legale questa prassi? Ha senso intraprendere un’azione legale? Grazie.
Risposte degli avvocati
giuseppe anfuso
Avvocato civilista
25 apr 2020

Buon pomeriggio, qualora l'accertamento sulla positività al virus, sia stato effettuato all'interno del contesto aziendale, in conformità alle esigenze di sicurezza delineate dal recente quadro normativo predisposto per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, dovrebbe soltanto attendere una comunicazione. Qualora avesse un interesse imminente nel ricevere la relativa informazione, le suggerirei il sollecito di una risposta al preposto. Distinti saluti.


valeria pietra
Avvocato civilista
Pavia
25 apr 2020

Buongiorno, per fornirle adeguato parere è necessario esaminare, oltre alla documentazione inerente il suo rapporto di lavoro, l'eventuale normativa regionale in punto di procedure da adottare in caso di sottoposizione a tampone del personale sanitario e conoscere più nel dettaglio la situazione concreta che si è verificata, compresa la prassi che lei riferisce essere seguita dalla sua azienda. Se le occorre sono a disposizione per fornirle un parere in merito, mi può contattare tramite piattaforma o tramite il sito www.avvocatopietravaleria.it. Cordiali saluti.