Utente 12693

26 gen 2022
diritto amministrativo

Abuso edilizio: impugnabilità dell'atto notarile

L'acquisto di un immobile con atto notarile in cui la parte venditrice esplicitamente "garantisce l'assenza di abusi edilizi nell'immobile" è impugnabile se poi invece successivamente emerge la presenza di abusi edilizi taciuti?
Come acquirente in che modo sono tutelato? Posso far annullare l'atto? Chi paga l'eventuale sanatoria dell'abuso edilizio? Posso chiedere risarcimento danni non potendo usufruire del superbonus 110%?

Risposte degli avvocati

fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
26 gen 2022

Buongiorno,
premesso che la questione andrebbe approfondita, se per gli abusi edilizi più gravi l'atto di vendita è nullo e non produce effetti, per quelli meno gravi invece spetta all'acquirente decidere se agire o meno contro il venditore per la riduzione del prezzo (pari ai costi da sopportare per ottenere la sanatoria) oppure per la risoluzione del contratto.
L'azione è imprescrittibile per gli abusi edilizi gravi, invece per quelli minori l'azione si prescrive entro 1 anno dalla consegna dell'immobile.
Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare ai recapiti indicati nel mio profilo.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
Torino - Milano