Utente 16218

23 giu 2022
diritto amministrativo

Cittadina italiana scappata dalla guerra in Etiopia: domande

Sono cittadina italiana 4 anni fa tornata ad Addis Abeba per motivi familiari e prima il covid poi la guerra mi sono scaduti Passaporto Carta identità TS e postepay evolution Dicembre 2021 tornata a Roma con foglio di via dall'ambasciata italiana per rischio guerra senza documenti a Gennaio 2022 rifatta la TS adesso la residenza come senza fissa dimora in via Modesta Valenti al municipio Roma 2 in via Dire Daua 11 poi la CIE sempre li tramite appuntamento il 29 Giugno 2022 ma nonostante portati 2 testimoni la fotocopia di smarrimento della vecchia carta e la TS unico documento valido che era tutto ciò richiesto mi è stata negata con modi razzisti chiedendo non previsto dall'appuntamento online l'atto di nascita che avrei dovuto fare in Etiopia dove ero scappata per la guerra e dove comunque anche rischiando non potrei tornare senza un documento e senza soldi ho provato al segretariato sociale municipio Roma 1 e mi hanno detto che hanno fatto un abuso di ufficio aggravato da motivi razziali in quanto mi dicevano e tu saresti italiana per la cronaca mi hanno fatto girare da un ufficio all'altro per 4 mesi adesso ho la residenza in Via Modesta Valente come senza fissa dimora ma non ho un documento solo la TS premesso che sto a Roma da 30 anni e da 25 italiana che devo fare denunciare l'abuso razzista ripetuto anche davanti ai testimoni e messo a conoscenza il direttore del municipio 2 ancora no ha fatto nulla anzi credendo al 200% ai suoi collaboratori razzisti.... Grazie

Risposte degli avvocati

elena armenio
Avvocato civilista
Brescia
23 giu 2022

Buongiorno,
se ha bisogno di assistenza per interfacciarsi con questi uffici sono disponibile, trova i miei contatti visitando il mio profilo, cordiali saluti.
Avv. Elena Armenio