utente 4144
27 ott 2020
diritto amministrativo

Legge Superbonus 110%

Buongiorno È vero che per eseguire lavori edilizi con la recente legge "Superbonus 110" basta l'approvazione di un terzo dei condómini? Se sì, è questa norma contestabile in sede giudiziaria? Lo chiedo perché nel mio condominio, 3 proprietari su 8 sono interessati ai lavori di valorizzazione dello stabile col Superbonus, e intendono procedere nonostante il diniego della maggioranza. Aspetto fiduciosa Vs gentile e solerte riscontro, visto che l'amministratore chiede il ns. parere per giovedì 29/10.
Risposte degli avvocati

No. Serve la deliberazione assembleare a maggioranza, pertanto se espleterete una assemblea dove sono presenti tutti i condomini e voterete tutti i lavori non potranno essere effettuati. Il requisito di 1/3 dei millesimi si riferisce alla maggoranza qualificata in assemblea nel caso in cui l'assemblea dovesse deliberare in seconda convocazione per mancanza di numero legale. Difatti non basta l'approvazione di un terzo dei condomini ma è necessario il consenso dei 333 millesimi di proprietà che corrisponde ad un terzo dei millesimi dell'intero edificio esclusivamente nel caso in cui non vi. Nel caso che gli appartartamenti siano del tutto uguali e tutti abbiano la stessa quota millesimale srebbe equivalente ad 1/3 degli appartamenti. Se ha bisogno di ulteriori chiarimenti mi può contattare ai recaiti sul sito avvocatocivitarese.it (sono delle sue parti)


vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
29 ott 2020

Buonasera Sig.ra Maria, La disciplina in materia di deliberazione in ambito condominiale con riferimento alle agevolazioni fiscali al 110% di cui all’art. 119 d.l. n. 34/2020 convertito con legge n. 77/2020 è contenuta all’art. 119 comma IX-bis del medesimo testo ove si stabilisce espressamente che “le deliberazioni dell’assemblea del condominio aventi per oggetto l'approvazione degli interventi di cui al presente articolo e degli eventuali finanziamenti finalizzati agli stessi, nonché l'adesione all'opzione per la cessione o per lo sconto di cui all'articolo 121, sono valide se approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno un terzo del valore dell'edificio”. Ciò detto, sul punto è opportuno sottolineare che da un punto di vista dell’iter deliberativo assembleare, quanto appena riferito risulta pertinente nel caso in cui non sia necessario accedere alle parti private per effettuare i lavori. Ove fosse di Suo interesse approfondire la vicenda in oggetto mi può contattare al recapito e-mail che trova sul mio profilo. Cordiali saluti.


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
27 ott 2020

Buonasera, per decidere di avviare gli interventi in condominio, che danno diritto al superbonus del 110%, ci vuole una maggioranza di almeno due terzi del valore complessivo del condominio (art. 1108 c.c.) Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare senza impegno ai recapiti che trova sul mio profilo. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo