utente 1621
12 mag 2020
diritto amministrativo

Locazione: termine di preavviso non rispettato posso tenere la cauzione?

Dal 2007 ho ceduto in affitto un appartamento uso ufficio ad un' azienda con contratto 6+6. Lo scorso anno abbiamo rinnovato il contratto per altri 6 anni. Con la recente crisi covid19, gli inquilini la scorsa settimana mi hanno comunicato che entro 31 luglio 2020 lasceranno libero l'appartamento senza rispettare i 6 mesi di preavviso. La mia domanda è: per il danno arrecatomi, potrei tenermi la cauzione che è pari a 2 mensilità?
Risposte degli avvocati
vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
13 mag 2020

Buonasera, Dovendo premettere che una risposta approfondita necessiterebbe di un esame del contratto di locazione da Lei sottoscritto, va detto che in linea generale il deposito cauzionale conferito all’atto della sottoscrizione del contratto è volto a tutelare il locatore da eventuali danni recati all’immobile da parte del conduttore e non al ristoro per il mancato pagamento dei canoni di locazione. Per tali ragioni il conduttore non avendo dato il preavviso entro i termini di legge sarebbe tenuto a corrisponderLe i canoni relativi e di converso, nel caso in cui l’immobile non sia danneggiato e non vi siano ragioni per trattenere la cauzione quest’ultima deve essere restituita. Ciò detto, nulla vieta di cessare il rapporto locatizio anzi tempo e ricercare un congruo assetto economico che sia accettabile e consono per entrambe le parti del contratto. Tuttavia, in tale ultimo caso, anche a Sua tutela per quanto attiene all’importo all’epoca percepito a titolo di cauzione, è assolutamente opportuno sottoscrivere un accordo transattivo adeguatamente strutturato ed articolato. Mi contatti privatamente e sarò lieta di fornirLe un primo parere gratuito in merito anche ai costi da sostenere. Un cordiale saluto. Avv. Vanessa Vianello tel: 345/2146424 vv.vianello()gmail.com


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
12 mag 2020

Buonasera Signora, il conduttore qualora ricorrano gravi motivi, e la chiusura forzata dell'attività per il coronavirus rappresenta sicuramente un grave motivo, può recedere in qualsiasi momento dal contratto di locazione dando però sempre un preavviso di almeno 6 mesi tramite lettera a/r. Se questo non dovesse avvenire, Lei ha il diritto di trattenersi la cauzione. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo (Cell. 3280999150)


domenico russo
Avvocato civilista
12 mag 2020

Bisognerebbe esaminare il contratto per poter dare risposta certa. In generale, comunque, si può trattenere la cauzione ma solo a condizione che venga proposta azione giudiziaria per l'attribuzione della somma (recentissime sentenze del Trib. Pavia e Roma; Cass. del 2015): in mancanza potrà subire azione giudiziaria per la restituzione. Tenga conto che in genere il periodo di preavviso è superiore ai tre mesi, per cui avrebbe diritto al pagamento di somma ben maggiore a quella dei due canoni di cauzione. Pertanto potrebbe essere opportuno proporre, tramite un legale, una transazione con l'inquilino, evitando un giudizio.