Utente 2459

26 giu 2020
diritto del lavoro

Lavoro a Malta: incongruenze

Lavoro a Malta in un casino, e durante il COVID il casinò ha continuato a pagarci conguagliando il nostro stipendio base, quindi oltre ai famosi 800€ del governo ci garantiva altri 400€ e per tre mesi è stato cosi, anche se sulla busta paga usciva scritta la voce "COVID adjustament" +800 e "COVID adjustament" -800. Nell'ultima busta paga, al posto delle ore lavorate, c'è scritto che i soldi con cui ci hanno pagato questo mese sono tutte di "leave" ovvero di vacanze, che quindi ci stanno pagando con i soldi delle nostre vacanze azzerandole, e spunta ancora la voce COVID adjustament, quindi oltre a pagarci con i nostri soldi, perché presi dalle vacanze, lo stipendio di questo mese è molto ridotto, perché solitamente era sui 1000/1200€ e questo mese ho recepito 770€, è come ore lavorate -2 cosa impossibile, quindi vorrei sapere se è possibile procedere legalmente e soprattutto se conviene.

Risposte degli avvocati

avvocato dequo
Avvocato civilista
27 giu 2020

Buonasera,
per valutare la possibilità di esercitare l'azione legale, sarebbe opportuno accertare la incongruità tra la retribuzione riportata negli emolumenti retributivi, e le la retribuzione complessivamente dovuta per la prestazione di lavoro svolta. In assenza di tale indicazione non sono in grado di valutare l'opportunità di esercizio dell'azione legale.
Cordialità.