utente 1698
15 mag 2020
diritto del lavoro

Lavoro diverso da quello indicato in contratto? Si può fare?

Sono stata assunta da un’agenzia come receptionist in un’azienda X. Dopo 5 mesi con l’agenzia mi si dice che verrò assunta dall’azienda Y che ha in appalto la gestione del front desk dell’azienda X. Quando vado a firmare il contratto mi viene dato un contratto dove il mio mestiere è “ operatore pulizie” – perché l’azienda Y appaltatrice può assumere solo operatori pulizie, essendo una ditta di servizi di pulizie. Quindi ho firmato il contratto per non perdere il posto di lavoro. Ad oggi lavoro come receptionist ma nel mio contratto e la busta paga risulto come operatore pulizie. Ovviamente paga e contributi al più minimo livello possibile. La mia domanda è: si può svolgere un lavoro diverso da quello che c’è scritto nel contratto? Cioè, io come “donna delle pulizie” posso stare al front desk a fare la receptionist? Grazie e saluti, Marissa
Risposte degli avvocati
giuseppe anfuso
Avvocato civilista
16 mag 2020

Buongiorno, per rispondere alla sua domanda è necessario richiamare quanto indicato dall'art. 2103 c.c., secondo il quale il dipendente deve essere adibito alle mansioni per cui è stato assunto. Inoltre in caso di svolgimento di mansioni differenti, cui corrisponda un montante retributivo maggiore rispetto a quello indicato all'assunzione, il dipendente deve vedersi riconosciuto l'adeguamento retributivo. Aggiungo che a mio parere, i parametri interpretativi devono essere coordinati con il contratto collettivo applicato al personale rapporto di lavoro. Distinti saluti.


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
15 mag 2020

Buongiorno, per fornirLe un adeguato parere e consigliarLe quindi la migliore strada da percorrere, occorrerebbe una consulenza diretta con visione dei documenti contrattuali. Se vuole, mi può contattare tramite piattaforma oppure via mail all'indirizzo avv.daronzoantonio()gmail.com Cordialmente


valeria pietra
Avvocato civilista
Pavia
15 mag 2020

Gentile signora Marissa, se lei attualmente da contratto è inquadrata per svolgere attività di pulizia e di fatto effettua mansioni di receptionist, può configurarsi ai sensi dell'art. 2103 cod. civ. un suo diritto all'inquadramento superiore con conseguenti differenze retributive e contributive. Per darle parere opportuno tuttavia occorre esaminare la documentazione relativa al suo contratto di lavoro per stabilire se le mansioni di receptionist rientrano in un livello di inquadramento superiore, come probabilmente è. Sono a sua disposizione per fornirle assistenza legale in merito, mi può contattare tramite il mio sito web www.avvocatopietravaleria.it. Cordiali saluti