utente 1836
22 mag 2020
diritto del lavoro

Licenziamento per giusta causa in cassa integrazione

Buongiorno. Sono Misuraca Debora, da qualche mese sono in cassa integrazione straordinaria poi trasformata in cassa integrazione in deroga covid. La mia azienda in questo periodo ha deciso di riconvertire la produzione di abbigliamento in produzione di mascherine. Prima della cig l'azienda non ha provveduto ai pagamenti di alcuni stipendi. Hanno mandato delle raccomandate ove mi diffidano ad andare a lavoro. Vorrei licenziarmi per giusta causa ma il mio avvocato dice che essendo sotto cassa integrazione poi non avrei diritto alla naspi/disoccupazione perché in ogni caso avrei la giusta motivazione per non andare a lavoro fin quando l' azienda non provvede al bonifico di tutti gli arretrati. Un avvocato di una mia collega sostiene il contrario. Vorrei non avere più alcun tipo di rapporto con la mia azienda dati anche avvenimenti e litigi continui, ma comunque vorrei allo stesso tempo essere tutelata soprattutto in questo periodo non roseo. Cosa mi consigliate? Posso licenziarmi per giusta causa e accedere alla naspi anche se in cig?
Risposte degli avvocati
giuseppe anfuso
Avvocato civilista
22 mag 2020

Buongiorno, a mio parere tale tipo di consulenza dovrebbe essere retribuita. Il caso è complesso. Cordiali saluti.


valeria pietra
Avvocato civilista
Pavia
22 mag 2020

Buongiorno, le sconsiglio in questa fase di presentare le dimissioni per giusta causa perchè, dato che si trova in cig, l'Inps potrebbe non riconoscerle la Naspi. A mio parere inizierei ad avviare una trattativa stragiudiziale con l'azienda al fine di ottenere una tutela economica. In primo luogo, diffiderei l'azienda a corrisponderle gli stipendi arretrati e poi prospetterei una risoluzione consensuale con buonuscita che le consenta di ottenere la Naspi. Sono a disposizione per fornirle assistenza in merito, mi occupo di diritto del lavoro. Mi può contattare tramite il sito www.avvocatopietravaleria.it Cordiali saluti