utente 1247
20 apr 2020
diritto del lavoro

Omessa contribuzione: cosa si può fare?

Gentilmente avrei bisogno di un consulto e di sapere se si può fare qualcosa riguardo una questione che è la seguente: verso la fine dell'agosto del 2016 ho iniziato a lavorare per un'azienda la quale mi ha inquadrato regolarmente solo nel febbraio del 2017, (precisamente il 14/02/2017 ) con contratto a tempo determinato. Dal 14/02/2017 in poi (prima ovviamente tutti contanti), lo stipendio mi veniva corrisposto 50% in contanti e 50% tramite bonifico, infatti risultano solo i contributi per quanto riguarda la retribuzione tracciata. Questa cosa è andata avanti fino a giugno 2017 quando finalmente ho trovato impiego da un'altra parte e finito quel calvario. Volevo chiederVi: 1- Si può fare qualcosa? La prescrizione dovrebbe essere l'anno prossimo 2- Si possono chiedere dei danni ulteriori ai mancati contributi versati insieme e tutte le relative sanzioni che dovrebbero essere a loro carico? Avevamo una chat aziendale whatsapp che mi sono scaricato e stampato che dimostra tutti i lavori fatti e da quali clienti
Risposte degli avvocati

salve, si può assolutamente tutelare la sua situazione. se vuole mettiamoci in contatto così da poterle dare tutte le precisazioni del caso. saluti avv. G. Macolino


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
20 apr 2020

Buongiorno Sig. Prologo, Lei, dal momento che può dimostrare l'esistenza del rapporto di lavoro in nero (tramite whatsapp oppure colleghi, fornitori, clienti ecc...), può ottenete da parte del suo ex datore di lavoro la condanna al pagamento dei contributi previdenziali, oltre ovviamente, se non corrisposto, tfr e mancate retribuzioni. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo - Torino (Cell. 3280999150)


marco sansone
Avvocato civilista
Vallo della Lucania
20 apr 2020

Deve iniziare un contenzioso, ma prima deve inviare dettagliata lettera di rivendicazione delle differenze dovute e non versate sia a titolo retributivo che contributivo. Sarà necessario un conteggio redatto da un consulente del lavoro. Se vuole, può contattarmi


valeria pietra
Avvocato civilista
20 apr 2020

Buongiorno, si può sicuramente agire in giudizio per far valere il lavoro nero e l'omessa contribuzione nonché segnalare il tutto all'ispettorato del lavoro. Prima occorre esaminare nel dettaglio tutta la documentazione in suo possesso. Sono a sua disposizione per fornirle assistenza legale in merito, mi occupo di diritto del lavoro. Mi può contattare tramite piattaforma o tramite il sito www.avvocatopietravaleria.it. Cordiali saluti