Utente 1694

15 mag 2020
diritto del lavoro

Recupero del TFR dalla vecchia azienda: come fare

l'azienda per la quale lavoravo nel 2018, non mi ha erogato il TFR giustificando che un istituto di credito abbia fatto richiesta messa in mora del mio stipendio altri ed eventuali all'azienda.

Risposte degli avvocati

avvocato dequo
Avvocato civilista
16 mag 2020

Buongiorno,
per rispondere alla sua domanda è necessario richiamare il testo normativo dell'art. 2120 c.c., che stabilisce come in caso di cessazione di rapporto di lavoro subordinato, il dipendente abbia diritto al pagamento del trattamento di fine rapporto. Il TFR spetta indipendentemente dalle motivazioni che hanno determinato la conclusione del rapporto di lavoro. Nel caso in cui non venga corrisposto il corretto ammontare della retribuzione, il dipendente è legittimato a ricorrere in giudizio per chiedere l'emanazione di un provvedimento giurisdizionale di erogazione del TFR.
Cordiali saluti.


15 mag 2020

Il TFR può essere pignorato soltanto entro i limiti stabiliti dalla Legge (generalmente nella misura di 1/5 salvo casi particolari), ciò significa che la restante parte di TFR l'Azienda è tenuta a liquidarla al lavoratore. Se ha bisogno di assistenza per interfacciarsi con l'Azienda e ottenere il dovuto, mi può contattare tramite questo sito o la mia pagina Facebook Studio Legale Rosella Cuscito & Partners


vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
15 mag 2020

Buongiorno, sarebbe necessario approfondire il quadro mediante l'esame della documentazione. Se interessato può provvedere ad inviarmela all'indirizzo vianellolex()gmail.com ovvero a contattarmi mediante piattaforma de quo. Sarò lieta di fornirLe un primo parere gratuito sulle azioni da porre in essere. Cordiali saluti.


marco sansone
Avvocato civilista
15 mag 2020

L'informazione - come riportata - sembra non essere corretta.
Ha ricevuto lei un atto di pignoramento del TFR?
In ogni caso, se anche fosse (ma Lei deve averne avuta notizia formale con atti giudiziari) la legge prevede che il pignoramento del Tfr possa essere realizzato:
- nella misura autorizzata dal presidente del tribunale o di un giudice da questi delegato in caso di crediti di natura alimentare (ha figli minori? deve un assegno a sua moglie?);
- nella misura di un quinto per crediti di altra natura e, in particolare, per tributi dovuti a Stato, province e comuni;
- mentre in caso di concorso simultaneo di cause (crediti alimentari e crediti di altra natura) la procedura può estendersi fino alla metà della buonuscita.
Non oltre.
Se ha bisogno di altro può scrivermi su marco()avvsansone.it