Utente 2233

12 giu 2020
diritto del lavoro

Rientro in ufficio covid-19

Siamo di Vercelli. Il responsabile d'ufficio di mia moglie chiede che rientri al lavoro in sede a Milano: lei deve prendere treno e metro per arrivare e sappiamo che questa richiesta di rientro non vale per tutti i settori aziendali ma a discrezione del responsabile. Lei lavora tranquillamente da casa (oltre tutto più del suo orario senza segnare straordinari) senza differenze dal lavoro in sede. Si può rifiutare di rientrare visto che la situazione di emergenza non è ancora chiusa?

Risposte degli avvocati

fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
12 giu 2020

Buongiorno,
il datore di lavoro è obbligato a garantire le condizioni di sicurezza per i dipendenti che si recano sul posto di lavoro soprattutto in questo periodo emergenziale, dotando i propri dipendenti di tutti i dispositivi di protezione. Ma nel frattempo il lavoratore non può rifiutarsi di andare al lavoro, a meno che non ci sia un pericolo concreto che faccia temere che il datore di lavoro stia mettendo a rischio la salute dei propri dipendenti.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
(Cell. 3280999150)


valeria pietra
Avvocato civilista
12 giu 2020

Buonasera,
per fornirle adeguato parere in merito è necessario esaminare la documentazione contrattuale di sua moglie e avere ulteriori informazioni sulla sua situazione.
Sono a disposizione per fornirle assistenza in merito, mi può contattare tramite il sito www.avvocatopietravaleria.it
Cordiali saluti