Utente 3512

31 ago 2020
diritto del lavoro

TFR: come recuperarlo?

L'azienda da cui mi sono dimesso in data 30/6, in cui ero inserito con CNL commercio, non ha provveduto alla liquidazione del tfr nei termini previsti. In data odierna ricevo solo un acconto. Tutto ciò senza nessuna comunicazione preventiva. Gradirei sapere come agire per il recupero dell'intero importo.

Risposte degli avvocati

31 ago 2020

Buonasera, è necessaria una diffida legale con richiesta del dovuto ed in caso di esito negativo rivolgersi al Tribunale. Mi può contattare, se ritiene, all'indirizzo alessimaria.77()gmail.com per eventuali chiarimenti e/o assistenza e per una prima consulenza gratuita. Cordialmente. Avv. Maria Alessi, con studio in Reggio Calabria e Frascati (ROMA).


vanessa valeria vianello
Avvocato civilista
Milano
31 ago 2020

Buongiorno,
è necessario prima di tutto inviare una formale lettera di messa in mora a firma di un avvocato.
Successivamente, si può depositare un ricorso per decreto ingiuntivo per il recupero del credito con successiva azione di pignoramento in odio alla società.
Resto a disposizione qualora gradisse un preventivo per l'assistenza.
Preciso che sono di Saronno e opero sulla provincia di Milano e Varese.
Cordiali saluti


Buongiorno,
è importante che si affidi ad un legale di Sua fiducia per invio di una diffida al suo ex datore di lavoro al fine di ottenere il pagamento integrale di quanto a Lei spettante.
In assenza di un positivo riscontro, sarà necessario con urgenza depositare ricorso per ingiunzione per far in modo che Lei sia munito di titolo opponibile anche in caso che la società, in presenza di crisi, aziendale, sia sottoposta a fallimento o altre procedure concorsuali.
In caso di esito negativo della procedura nei confronti della società, Lei potrà recuperare importo spettante a titolo di Tfr, da Inps.
Il mio studio si trova a Vanzago (MI), non lontano dalla Sua abitazione (puù visitare il mio sito internet e reperire la mia mail al fine di procedere ad un primo contatto con il mio studio)
Mi contatti per la fissazione di un incontro finalizzato alla gestione complessiva della posizione.
Le consiglio non far trascorrere altro tempo.
Cordialmente.
Avv. Stefania Panzitta


valentina zagarrigo
Avvocato civilista
31 ago 2020

Buongiorno, occorre come prima cosa inviare una formale diffida al suo datore di lavoro tramite legale. In caso di esito negativo, potrebbe rendersi necessario agire in giudizio.
Se necessita di assistenza legale, il mio studio si occupa di diritto del lavoro e sarei lieta di poterla aiutare.
Trova i miei recapiti nella mia pagina personale.
Cordialmente,
Avv. Valentina Zagarrigo


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
31 ago 2020

Buongiorno,
bisognerebbe provvedere ad inviare formale diffida per il recupero della somma restante, salvo agire in giudizio.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo
(Cell. 3280999150)


valeria pietra
Avvocato civilista
31 ago 2020

Buongiorno,
occorre innanzitutto inviare all'azienda diffida formale a mezzo legale con la quale intimare il pagamento del TFR residuo a lei spettante. Sono a sua disposizione per fornirle assistenza in merito, mi occupo di diritto del lavoro, mi può contattare ai recapiti che trova sul mio profilo.
Cordiali saluti.
Avv. Valeria Pietra


antonio d`aronzo
Avvocato tributarista
Milano
31 ago 2020

Gentile utente,
può agire innanzitutto con diffida tramite avvocato.
Mi contatti se ha bisogno di assistenza.
Trova i miei contatti sul mio profilo.
Cordiali saluti