utente 4540
29 nov 2020
diritto del lavoro

Tutela casi Covid19: come funziona?

Buongiorno, Sono una collaboratrice presso uno studio dentistico.. nel mio studio si sono verificati ben tre casi covid.. non sono stata informata direttamente dai titolari della loro positività e tutti i dipendenti e collaboratori si sono sottoposti al tampone.. io purtroppo sono risultata positiva e ho seguito l iter ossia isolamento, comunicazione a lavoro e informare le persone con cui sono stata a contatto nelle ultime due settimane.. in questi giorni non ho ricevuto nessuna telefonata da parte dei miei titolari per sapere del mio stato di salute oltre che non mi hanno informata personalmente della loro positività.. ho avuto sintomi lievi per fortuna e sono stata abbastanza arrabbiata per il loro comportamento e sono venuta a conoscenza che lo studio è rimasto aperto nessuno ha fatto la quarantena e non è stata fatta nessuna sanificazione straordinaria.. ne ho parlato con una ex dipendente che ha lavorato da loro tempo fa ma ho paura che lei abbia inoltrato qualche messaggio o qualche mio vocale a qualcuno perché ai titolari sono giunti delle voci che all interno del loro staff qualcuno ha diffamato lo studio è che vogliono prendere provvedimenti a tal riguardo.. mi hanno riferito che stanno parlando con tutti ma temo che scopriranno la verità.. io non so di preciso le leggi e come potrei difendermi a tal proposito se loro sono riusciti ad avere le prove di quello che ho detto.. ripeto dire che si ha avuto il covid e che c erano casi dove lavori non è diffamazione.. potete dirmi come dovrei comportarmi perché non credo proprio che loro hanno ragione.. grazie
Risposte degli avvocati
fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
29 nov 2020

Buonasera, premesso che la questione andrebbe approfondita, il reato di diffamazione, più che altro, lo ha commesso la ex dipendente che ha divulgato a terzi i Suoi messaggi. Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare ai recapiti indicati nel mio profilo. Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente. Avv. Fabio Casaburo