Utente 5019

06 gen 2021
diritto di famiglia

Affitto casa: a chi vanno certe spese?

Buongiorno avvocato vorrei farle una domanda? Le spiego in breve,io un anno fa,ho affittato una casa in affitto a Vanzago con la mia compagna,tramite una agenzia,vista la casa di sera , era tutta appena stata imbiancata e un po sistemata,nn era male,appartamento di tre locali con un bagno su,e il piano sotto erano due cantine e la proprietaria le a unite e ha fatto tipo taverna con un bagno,con il giardino e due cash,che l'agenzia sul contratto a messo uno box e uno piccolo magazzino,dentro uno la macchina nn ci sta e nn possiamo dire che e un box,nell'altro ci sono dentro delle cose del giardino e bidoni della spazzatura,noi abbiamo fatto un contratto di 700 euro al mese x 4 anni,in questo anno che siamo dentro in questa casa ,abbiamo riscontrato tanti problemi della casa ,tipo sotto in taverna come la chiama la padrona,ce tanta muffa ,anche lasciando sempre aperte le finestre il muro si toglie tutto,la casa ce stata data ammobiliata ,appena siamo entrati abbiamo subito dovuto cambiare la camera da letto che dietro l'armadio era tutto muffa,e io ho smontato tutta la camera e portata in discarica ,e presa una nuova al mondo convenienza,e la padrona nn me lha ripagata,poi e una settimana fa abbiamo trovato in camera tutto l'armadio ancora pieno di muffa e tutti i vestiti rovinati,perché dal muro viene giù l'acqua perché e al nord,chiamata la padrona lei nn ne vuole sapere,ho dovuto io sostituire tutto il dietro dell'armadio e messo tutto il polistirolo dietro l'armadio, poi abbiamo fatto tanti lavori in casa senza mai avere niente in dietro,siamo stati anche un periodo al freddo con la caldaia che nn andava,perché quando l'avevano sostituita non avevano fatto il lavaggio e si bloccava sempre,poi chiamato il tecnico e io ho fatto il lavaggio e la caldaia adesso e apposto,e un anno anche che aspettiamo che ci sistema il citofono che non funziona,e altre cose,noi le abbiamo mandato una mail con tutte le cose che nn vanno ,e chiediamo i danni x la muffa e l'abbassamento dell'affitto,mi dica lei come possiamo muoverci?

Risposte degli avvocati

antonino ercolano
Avvocato civilista
Sant'Agnello
06 gen 2021

Gentile Utente, la condizione di muffa e/o di infiltrazione di acqua sono gravemente dannosi per la salute di chi vive in casa. Nel caso di specie trovano applicazione gli artt. 1575 e 1578 del codice civile, il quale autorizzano il conduttore a richiedere la risoluzione del contratto. L'umidità e la muffa infatti diminuiscono in modo apprezzabile l'idoneità all'uso pattuito. Inoltre, in tal caso il locatore è tenuto anche a risarcire al conduttore i danni derivanti da vizi della cosa (in particolare la Cassazione ha chiarito che in caso di umidità e muffa è dovuto il risarcimento all'inquilino per i danni a cose e suppellettili. Oltre eventualmente il danno alla salute,da dimostrare). Quindi si consiglia: 1) sopralluogo di un Tecnico che possa redigere una perizia, anche fotografica dello stato dell'immobile (e dei mobili); 2) eventualmente ci siano anche malanni (es: raffreddori ripetuti) può richiedere anche un certificato al Suo medico, che attesti lo stato di salute; 3) immediato comunicazione al locatore/proprietario di risoluzione del contratto, con il quale comunicherà che il giorno X lascerà libera la casa da cose e persone, riservandosi fin d'ora ogni richiesta di risarcimento danni; 4) potrà poi agire in giudizio per richiedere tutti i danni. ------ Si, può richiedere anche la riduzione dell'affitto come alternativa o richiedere che il proprietario intervenga con opere di manutenzione straordinaria per eliminare le cause delle infiltrazioni che causano muffa. Potrà concordarlo bonariamente con il proprietario oppure richiederlo in giudizio come alternativa alla risoluzione/riduzione del prezzo. Resto a disposizione nel caso necessiti di chiarimenti e assistenza, o per la redazione delle comunicazioni (va benissimo inviare e-mail, ma deve soprattutto inviare necessariamente una raccomandata A/R per denunciare al locatore tutto ciò). Se ha necessità mi contatti attraverso il mio profilo. Cordiali saluti. Avv. Antonino Ercolano - antoninoercolano()hotmail.it


fabio casaburo
Avvocato civilista
Torino
06 gen 2021

Gentile Sig. Matteo,
premesso che il locatore che concede l’immobile in locazione deve garantire che lo stesso sia esente da vizi anche occulti, la presenza di muffa all’interno dell’immobile, oltre ad essere particolarmente dannoso per la salute, è uno di quei vizi che obbliga il locatore a intervenire prontamente per ripristinare la piena funzionalità ed utilizzabilità dell’immobile.
Pertanto Lei può, oltre a richiedere il risarcimento del danno, scegliere tra la risoluzione immediata del contratto di locazione oppure una riduzione del canone stesso.
Se necessita, anche solo di una consulenza, mi può contattare senza impegno ai recapiti indicati nel mio profilo.
Resto a Sua disposizione e La saluto cordialmente.
Avv. Fabio Casaburo